Gravi ferite al volto e alla testa, 40enne ricoverato ai Riuniti in gravi condizioni: vittima di un'aggressione sulla 'Pista'

L'uomo, senegalese di circa 40 anni, tra gli ospiti del ghetto di Borgo Mezzanone, è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. Sull'accaduto indaga la polizia

Immagine di repertorio

E' ricoverato in prognosi riservata il migrante giunto nella serata di ieri, al Policlinico Riuniti di Foggia, con gravi ferite al volto e alla testa, per le quali è stato necessario un delicato intervento chirurgico.

L'uomo - senegalese di circa 40 anni, tra gli ospiti del ghetto di Borgo Mezzanone - potrebbe essere stato vittima di una violenta aggressione avvenuta nella baraccopoli che sorge a breve distanza dal Cara.

Il migrante è stato soccorso dal 118 e, per le condizioni apparse subito delicate, trasportato d'urgenza in ospedale.

Sulla vicenda sono in corso le indagini della polizia.  Non è la prima volta che, all'interno della 'pista', si registrano atti di violenza derivanti da scontri e contrasti tra i vari gruppi di migranti ospiti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento