rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Cronaca Cerignola

Violenza in ospedale, esce insoddisfatto dal pronto soccorso e picchia medico che lo aveva assistito: l'ennesimo episodio choc al Tatarella

In soccorso del medico sono sopraggiunti gli altri operatori. L’aggressione ha innescato anche la reazione del figlio di un altro paziente che ha creato ulteriore trambusto in sala d’attesa. Sul posto sono intervenuti carabinieri e agenti della polizia di stato

Preso in carico nell’arco di 30 minuti dal suo arrivo in pronto soccorso dell’ospedale Tatarella di Cerignola e sottoposto ad esami di laboratorio e diagnostica per immagine al termine del quale è stato dimesso, un utente è tornato indietro e ha improvvisamente aggredito il medico che lo aveva assistito, non ritenendo sufficiente l’assistenza ricevuta.

In soccorso del medico sono sopraggiunti gli altri operatori. L’aggressione ha innescato anche la reazione del figlio di un altro paziente che ha creato ulteriore trambusto in sala d’attesa. Sul posto sono intervenuti carabinieri e agenti della polizia di stato.

Il direttore generale della Asl Foggia Vito Piazzolla esprime solidarietà, a nome di tutta l’Azienda Sanitaria Locale di Foggia, agli operatori sanitari aggrediti. Immediatamente informato dell’accaduto, ha contattato direttamente i sanitari per sincerarsi del loro stato di salute.

Sull'ennesimo episodio avvenuto nei locali del punto di primo intervento dell'ospedale Tatarella di Cerignola, il neo sindaco Francesco Bonito ha lanciato l'allarme della carenza di medici, molti dei quali scapperebbero via (leggi qui).



 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza in ospedale, esce insoddisfatto dal pronto soccorso e picchia medico che lo aveva assistito: l'ennesimo episodio choc al Tatarella

FoggiaToday è in caricamento