rotate-mobile
Cronaca Mattinata

Tributi Mattinata, Sel Capitanata: “Solidarietà a lavoratore aggredito”

Rizzi: "Aggredito da due individui che gli rinfacciano di aver impedito l'assunzione di un loro parente. Pestaggio maturato a seguito di promesse di assunzione e di miglioramento delle aspettative lavorative"

Chiede di poter lavorare a tempo pieno presso la società di riscossione tributaria di Mattinata e per questo motivo – spiega Domenico Rizzi, coordinatore provinciale di Selviene aggredito da due individui che gli rinfacciano di aver impedito l’assunzione di un loro parente”.

Alla vittima dell’accaduto è arrivata la solidarietà del partito vendoliano: “ennesimo e brutale episodio di una guerra tra poveri, spesso sapientemente innescata, che atteggiamenti ambigui - in questo caso da parte dell’Amministrazione comunale di Mattinata per cui la società in questione svolge l’incarico di riscossione tributaria - contribuiscono a fomentare tra gli stessi lavoratori precari”

In base alle informazioni in nostro possesso, sembra che il brutale pestaggio del signor sia maturato a seguito di promesse di assunzione e di miglioramento delle aspettative lavorative alimentate ad arte per chissà quali inconfessabili motivi e che, considerando sia il contesto locale che l’eccezionale “fame di lavoro” che caratterizza Mattinata così come tanti altri piccoli centri del Gargano, essa fosse addirittura prevedibile” affermano gli organi di Sel Capitanata.

Sel è un partito che considera il lavoro un diritto di ogni cittadino e non un privilegio con cui “premiare” i propri sostenitori, per cui ci auguriamo che l’Amministrazione Comunale mattinatese riesca a  fare al più presto massima chiarezza su ogni singolo aspetto di questa sgradevole vicenda e rivolgiamo al Signor D.M.V. la nostra più viva e partecipe solidarietà” conclude Rizzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tributi Mattinata, Sel Capitanata: “Solidarietà a lavoratore aggredito”

FoggiaToday è in caricamento