Donna picchiata per una colonia felina, a ‘Pomeriggio Cinque’ la replica dei vicini: “Ha occupato una parte di giardino non sua”

Nella trasmissione condotta da Barbara D’Urso, la replica dei vicini di Mihaiela Baltaretu, la volontaria dei ‘Guerrieri con la coda’, aggredita il 4 dicembre scorso

 

“Le cose non sono andate così”: a parlare sono i vicini di casa di Mihaiela Baltaretu, la volontaria dell’associazione ‘Guerrieri con la coda’, aggredita lo scorso 4 dicembre per via di una colonia felina

A ‘Pomeriggio Cinque’, la trasmissione condotta su Canale 5 da Barbara D’Urso, Lia, la vicina denunciata per l’aggressione spiega la sua versione.  

“Vivo nello stesso condominio da 19 anni ed è la prima volta che si verifica un episodio simile”, esordisce la donna che poi spiega come il giardino presente all’interno dello spazio condominiale appartenga per metà a sua zia e per l’altra a Mihaiela, divisione solo ideale, 

“Da tempo ci lamentiamo per il cattivo odore, le finestre dei balconi affacciano sul giardino dove stazionano i gatti. Mihaiela sostiene che i gatti si trovino nella sua porzione di giardino, ma non è così”. 

La signora Lia, incalzata dalla D’Urso, spiega anche come è avvenuta l’aggressione: “Sono scesa per buttare la spazzatura e ho notato le cuccette che emettevano un cattivo odore, e le ho buttate. Tornando verso casa, lei ha aperto la porta del suo appartamento e ha cominciato a insultarmi. A quel punto mio padre è sceso per riprenderla e per parlare con suo marito. Durante la discussione lei ha cominciato a riprendermi col cellulare alla presenza anche di mio figlio di un anno. Le ho intimato di fermare la registrazione, ma lei ha continuato a ingiuriarmi e ho reagito”. 

La donna si dice esasperata, “L’esasperazione non giustifica la violenza fisica”, le fa presente la conduttrice. ”Sono consapevole di questo. Ma mi sono dovuta difendere, entrambe ci siamo fatte male”, replica la donna, che poi smentisce alcune dichiarazioni della vittima: “Lei dice che la colonia felina è di soli 5 gatti, non vaccinati. Ma lei ne ha altri 6 che fa rientrare in casa solo la notte. Quindi, durante la giornata i gatti nel giardino sono 11. E fanno i bisogni“. E a quel punto viene mandato in onda un video che riprende un gatto con dei croccantini disseminati sul pavimento: “Non siamo solo noi a non tollerare la puzza - rincara la donna -, con gli altri condomini abbiamo proposto di mettere delle cuccette fuori dal giardino, ma lei si è impuntata”. 

“Il giardino è anche mio e non posso sentire la puzza quando apro la finestra, lei si è impadronita di tutto lo spazio, ha allestito una cuccetta senza chiedermi il permesso, e una volta per poco uno dei gatti non mi è saltato addosso mentre pulivo la finestra”, rincara Concetta, la zia di Lia, prima dell’appello finale: “Da due anni le stiamo dicendo di fare delle cuccette fuori dal giardino, siamo disposti anche noi a dar da mangiare ai gatti, ma non veniamo a capo. Speriamo che almeno a voi possa dare ascolto”. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento