Apre in ritardo la cella, detenuto perde la testa: agente penitenziario colpito con un violento calcio ai testicoli

L'aggressione è avvenuta questa mattina nel carcere di Foggia. A denunciare l'accaduto il segretario generale nazionale del Co.s.p. Mimmo Mastrulli

Foto di repertorio

Avrebbe sferrato un calcio ai testicoli di un agente penitenziario senza alcuna motivazione, probabilmente per un leggero ritardo nell'apertura della cella. E' quanto accaduto questa mattina nel reparto Sezione 1 ingresso-accoglienza del carcere di Foggia. 

Protagonista dell'accaduto R.D.P.H, 27enne ristretto per tentato omicidio, lesioni e minacce, da pochi giorni trasferito da Bari a Foggia per motivi disciplinari, "non nuovo a simili atti di intolleranza al regolamento e alla custodia" spiega Mimmo Mastrulli

L'assistente capo coordinatore è stato dapprima visitato in infermeria e poi trasferito al pronto soccorso degli Ospedali Riuniti per gli accertamenti e le eventuali cure del caso.

Queste le dichiarazioni del segretario generale nazionale del Co.S.P.: "Solo pochi giorni fa avevamo lanciato il grido d’allarme per l’assenza totale di iniziative nel carcere dove non esiste ancora un titolare dirigente, ma neanche un vice"

E ancora, dichiara Mimmo Mastrulli: "La casa circondariale di Foggia rischia il tracollo in assenza di personale ormai insufficiente a garantire i servizi essenziali. In particolare le grosse carenze si riscontrano nella 5^ Unità Operativa dotata di 40 unità addette ai servizi di vigilanza del reparto che conteneva non meno di 200 reclusi. Allo stato attuale, nonostante la crescita della popolazione carceraria sfiora le 640 unità, si assiste ad una preoccupante riduzione delle risorse umane che non riescono a fronteggiare le esigenze di un reparto sovraffollato come quello dell’evento critico dove si contano circa 37 reclusi. A  fronte della carenza di personale di polizia penitenziaria, le direzioni insistono nella programmazione di turni giornalieri di 8 ore in violazione delle norme del contratto nazionale di lavoro, attraverso il ricorso al lavoro straordinario”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente nel Foggiano: morto 42enne. Dopo il violento impatto, l'auto si è ribaltata ed è finita fuori strada

  • Referendum Costituzionale, il 29 marzo si vota sul taglio dei parlamentari: tutto quello che c'è da sapere

  • In Puglia 5 casi con sintomi sovrapponibili a quelli del Coronavirus: chi rientra a casa dalle zone rosse deve comunicarlo

  • Come in un film, in tre tentano di assaltare negozio ma sulla scena irrompono i carabinieri: immobilizzati e ammanettati

  • Violenti scontri nel Foggiano: tafferugli tra baresi e leccesi sulla A16, incendiato un veicolo

  • Tentato omicidio davanti a un bar, estrae pistola e apre il fuoco per un debito di droga: fermato pregiudicato

Torna su
FoggiaToday è in caricamento