rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca

Milano, capotreno foggiano aggredito con un machete: lunga operazione al braccio

E' accaduto giovedì sera alla fermata del passante di Villapizzone. Ad aggredirlo dei passeggeri - probabilmente stranieri - che si sono rifiutati di mostrargli il biglietto

E’ di Foggia il capotreno che giovedì sera è stato aggredito a Milano, alla fermata del passante di Villapizzone, zona Bovisa, da un gruppo di persone - con ogni probabilità sudamericani – a colpi di machete. L’uomo, che si trovava in compagnia di un macchinista, è stato trasportato in codice rosso al Niguarda, per le gravi lacerazioni e i traumi riportati. Il macchinista si trova al Fatebenefratelli in condizioni serie, ma non in pericolo di vita.

Alla base della violenta ed inaudita aggressione, il rifiuto, da parte del gruppetto di malviventi, di mostrare il biglietto a C.D., 31enne originario di Foggia. Dopo un acceso diverbio, è spuntata una lama che ha squarciato il braccio del capotreno foggiano, che nelle notte ha subito una lunga operazione chirurgica, nel corso della quale – come riferito da MilanoToday - gli è stato sub-amputato il braccio, ovvero che "si è cercato di recuperare la funzionalità del braccio la cui prognosi verrà sciolta nei prossimi giorni".

Due i sudamericani bloccati dalle volanti, bloccati da alcune ore in Questura a disposizione degli investigatori, al vaglio dei quali ci sono le immagini dell’impianto del sistema di videosorveglianza, che potrebbero sciogliere più di un dubbio sulla loro colpevolezza o innocenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, capotreno foggiano aggredito con un machete: lunga operazione al braccio

FoggiaToday è in caricamento