Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Attimi di terrore nell'area di servizio: "Fammi il pieno", poi scende dall'auto con un'ascia e minaccia benzinaio (sotto choc)

E' la terribile avventura vissuta da un benzinaio 36enne, in servizio presso un distributore di carburante presente, a Foggia. La polizia ha identificato il responsabile dell'aggressione, un 54enne del posto che è stato denunciato

Chiede il pieno di Gpl, benzinaio chiede la carta di circolazione (per assicurarsi che il mezzo sia realmente omologato per tale carburante) e il cliente, infastidito, lo aggredisce brandendo un'accetta.

E' la terribile avventura vissuta da un benzinaio 36enne, in servizio presso un distributore di carburante presente, a Foggia, nei pressi di un centro commerciale. Il fatto è successo la sera del 18 gennaio; l'intera scena è avvenuta sotto lo sguardo attonito di clienti e quello 'elettronico' del sistema di videosorveglianza della struttura. Proprio i filmati delle telecamere hanno permesso alla polizia di identificare il responsabile dell’aggressione, un cittadino italiano di 54 anni, che è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria. 

Secondo quanto ricostruito, tutto ha avuto inizio la sera del 18 gennaio quando un benzinaio di 36 anni, ha chiamato il 113 per chiedere un intervento a causa di un’aggressione subita poco prima ad opera di un automobilista. Sul posto è intervenuta una pattuglia della Squadra Volante che ha raccolto la testimonianza della vittima.

Il benzinaio ha raccontato ai poliziotti che, mentre stava svolgendo il suo regolare turno di servizio, era sopraggiunto un furgone bianco condotto da un uomo che ha chiesto il rifornimento di gpl per il proprio veicolo. L’operaio, non convinto che l’automezzo fosse omologato per tale alimentazione, ha chiesto al cliente di esibire la carta di circolazione, come espressamente previsto dalle direttive aziendali.

La richiesta del benzinaio però ha scatenato la reazione inaspettata e rabbiosa dell’automobilista. L’uomo è sceso dal proprio veicolo e ha iniziato ad inveire contro l’operaio. Subito dopo, ha estratto un’ascia dal furgone brandendola contro l’addetto al distributore. Quest’ultimo, impauritosi, ha alzato le mani in segno di resa. Solo a quel punto l’aggressore si è fermato, consentendo al benzinaio di effettuare il rifornimento. Una volta rifornito il furgone, l’automobilista ha pagato il conto, risalito sul proprio veicolo e si è allontanato.

Sotto shock vittima e avventori dell'area di servizio. La polizia, intanto, dopo aver analizzato le immagini e raccolto alcune testimonianze dei presenti, è riuscita ad individuare il veicolo e ad identificare il responsabile dell’aggressione, che è stato denunciato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attimi di terrore nell'area di servizio: "Fammi il pieno", poi scende dall'auto con un'ascia e minaccia benzinaio (sotto choc)

FoggiaToday è in caricamento