Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Aggressione nella metro di Roma, nel mirino il 'foggiano' Soumahoro: "Allontanati, non farmi prendere il Covid"

La denuncia su Facebook del leader della Lega Braccianti: "Mi ha aggredito verbalmente urlandomi tra le altre cose di stargli lontano e di non fargli prendere il Covid"

Aboubakar Soumahoro, leader della Lega Braccianti e massimo esponente in provincia di Foggia della battaglia per i diritti dei lavoratori stagionali, ha denunciato pubblicamente e alle autorità competenti, un'aggressione subita all'interno della metropolitana A di Roma, "l'ennesima", da parte di un signore sulla sessantina: "Mi ha aggredito verbalmente urlandomi tra le altre cose di stargli lontano e di non fargli prendere il Covid". 

Sul posto sono intervenute le forze dell'ordine, che hanno dentificato l’aggressore e raccolto la deposizione. "Ho dato mandato all’avvocato di procedere nei confronti del mio aggressore nelle sedi opportune mettendo a disposizione il materiale visivo che ho potuto raccogliere. Lotteremo sempre con determinazione contro il razzismo, con tutti i mezzi e gli strumenti, affinché ogni forma di aggressione non rimanga mai impunita. Solo così l’odio non prevarrà nella nostra comunità"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione nella metro di Roma, nel mirino il 'foggiano' Soumahoro: "Allontanati, non farmi prendere il Covid"

FoggiaToday è in caricamento