Cronaca

Aggrediscono dottore all'ospedale di Foggia, non volevano rispettare la fila

Il dirigente medico del Pronto Soccorso, il dott. Vito Procacci è stato aggredito da due uomini che non volevano rispettare la fila. Ha riportato lesioni guaribili in un mese ed è ricoverato in Neurochirurgia

Dovranno rispondere dell’accusa di aggressione e danneggiamento i due uomini che ieri hanno aggredito il dirigente medico del Pronto Soccorso delgli Ospedali Riuniti di Foggia, il dott. Vito Procacci.

I due aggressori si erano recati i ospedale per far visita a un loro parente, che non era grave. Non volendo rispettare la fila, hanno avuto un’accesa discussione con una guardia giurata, un infermiere e un medico. Poco dopo è giunto il dirigente del reparto, che, nel tentativo di sedare gli animi, è stato aggredito brutalmente.

LA CONDANNA DEL DOTT. SALVATORE ONORATI

Il primario ha riportato lesioni e contusioni giudicate guaribili in un mese. Ora si trova ricoverato nel reparto di neurochirurgia. Immediatamente dopo l'accaduto, sul posto è giunta una pattuglia dei carabinieri che ha identificato gli  aggressori e avviato le indagini.

Il vicesindaco di Foggia Federico Iuppa e l’assessore alla Sicurezza e Polizia Municipale Franco Arcuri sono stati ieri sera in ospedale per portare il messaggio di solidarietà del sindaco Mongelli e di tutta l’amministrazione comunale al dirigente medico del pronto soccorso degli Ospedali Riuniti dott. Vito Procacci dopo la vile aggressione subito nell’esercizio delle sue funzioni.

La preoccupazione e il disagio dei cittadini non giustificano reazioni e aggressioni violente come quella subita dal dott. Procacci. L’episodio accaduto al pronto soccorso di Foggia non deve più ripetersi”, hanno commentato i rappresentanti della giunta comunale che hanno espresso solidarietà al dirigente medico del pronto soccorso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggrediscono dottore all'ospedale di Foggia, non volevano rispettare la fila

FoggiaToday è in caricamento