Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Giallo sul Gargano: cadavere nel vascone, patente in tasca e capo incappucciato

Tanti indizi, ma ancora nessuna certezza: al momento non è stato possibile identificare pienamente l'uomo anche a causa delle condizioni del corpo, parzialmente saponificato per la permanenza più o meno lunga in acqua

Il ritrovamento del cadavere (FOTO R. D'AGOSTINO)

Il cadavere di un uomo è stato scoperto all'interno di un vascone irriguo in località Piscina Quadra, in agro di San Nicandro Garganico, in provincia di Foggia. L'uomo era riverso nella vasca, con il capo stretto in un sacco di plastica nera: a fare la scoperta è stato il proprietario del fondo, che ha notato il corpo emergere a pelo d'acqua.

AGGIORNAMENTI, CLICCA QUI

Dalle informazioni raccolte, il cadavere calzava un paio di pantaloni, al cui interno gli inquirenti hanno recuperato una patente di guida con i dati di Marco Sarto, 41enne di San Severo con piccoli precedenti, scomparso dal 1° giugno scorso. E’ l’ultimo missing registrato in provincia di Foggia: la moglie ne denunciò la scomparsa solo tre giorni dopo e gli uomini dell’Arma, incaricati delle sue ricerche, non hanno mai pensato ad un allontanamento volontario. Tanti indizi, ma ancora nessuna certezza: al momento non è stato possibile identificare pienamente l'uomo anche a causa delle condizioni del corpo, parzialmente saponificato per la permanenza più o meno lunga in acqua.

Sui tempi e sulle cause della morte, quindi, si attende il responso del medico legale e della successiva autopsia che accerterà anche la presenza di eventuali ferite da arma da fuoco o da taglio, che lascerebbero pensare ad una vera e propria esecuzione. La salma è stata trasportata nell'obitorio degli Ospedali Riuniti di Foggia, dove nelle prossime ore giungeranno i familiari di Sarto per riconoscere o meno gli indumenti recuperati. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del nucleo investigativo di Foggia e quelli della compagnia di San Severo, insieme con i colleghi delle investigazioni scientifiche. Per recuperare il cadavere dal vascone irriguo è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di San Severo e dei colleghi del comando provinciale di Foggia con l'attrezzatura speleo-alpino-fluviale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giallo sul Gargano: cadavere nel vascone, patente in tasca e capo incappucciato

FoggiaToday è in caricamento