Cronaca

Il mare del Gargano si tinge di rosso, il fenomeno tra Manfredonia e Mattinata: si tratta di un'alga della Dinoficee

Dalle analisi è emerso che si tratta di una fioritura massiva algale denominata 'noctiluca scintillans' appartenente alla classe Dinoficee. Un fenomeno simile, ma più contenuto, si è verificato lo scorso aprile

I rilievi dall'alto

Il mare si tinge di rosso tra Manfredonia e Mattinata, ma è solo un'alga. E' quanto emerso dai sopralluoghi della capitaneria di porto che, nella giornata di ieri, aveva ricevuto numerose segnalazioni relative alla presenza di scie di acqua color rossastro lungo il tratto di mare compreso tra le due città del Gargano. 

Lo stesso fenomeno, si ricorderà, si era verificato lo scorso 10 aprile, seppure con una entità minore. A seguite delle segnalazioni, la capitaneria, unitamente ad altre forze di polizia, si è attivata al fine di verificare la natura di tale fenomeno e scongiurare qualsivoglia pericolo per la salute pubblica. 

Personale specializzato appartenente al nucleo operativo di polizia ambientale ha proceduto ad effettuare diversi campionamenti di acqua mare consegnandoli successivamente al personale dell’agenzia regionale per la prevenzione e la protezione dell’ambiente - dipartimento di Foggia per le analisi di laboratorio del caso.

Dalle analisi è emerso che si tratta di una fioritura massiva algale denominata 'noctiluca scintillans' appartenente alla classe Dinoficee.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il mare del Gargano si tinge di rosso, il fenomeno tra Manfredonia e Mattinata: si tratta di un'alga della Dinoficee

FoggiaToday è in caricamento