Lucera: l’acqua è tornata a scorrere dopo cinque giorni, leggera torbidità

Il disagio era stato provocato dalla rottura di una condotta situata in Contrada Ripetta. Contemporaneamente è stata scoperta una discarica a cielo aperto. Aperta un'inchiesta per accertare eventuali responsabilità

Il responso dei sanitari-analisti dell’Asl provinciale effettuata sui campioni di acqua della città di Lucera non lascia dubbi: leggera torbidità. Intanto la Procura sta accelerando i tempi per far luce sulle eventuali responsabilità del disagio provocato ai danni della cittadinanza. Dopo cinque giorni e 120 ore di attesa, l’acqua è tornata a sgorgare dai rubinetti degli appartamenti della periferia. Ancora qualche problemino nelle zone centrali, ma è questione di ore.

La Procura dovrà accertare se ci sono delle responsabilità e se qualcuno fosse a conoscenza della situazione incresciosa della montagnola di Ripetta, vale a dire della discarica abusiva a cielo aperto situata in prossimità delle condotte dell’Aqp.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

  • 170 pazienti in terapia intensiva e 1392 in area non critica in Puglia. Nel Foggiano covid-free solo due comuni su 61

Torna su
FoggiaToday è in caricamento