Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

VIDEO | L'acqua è tornata, ma durerà poco: nuovo sgombero in arrivo al 'Gran Ghetto'

 

L'acqua sarà erogata ai braccianti per il tempo strettamente necessario a procedere con un nuovo sgombero. Entro metà novembre le ruspe dovranno essere già entrate in azione. Nel frattempo Regione Puglia e Prefettura metteranno mano a nuovi moduli abitativi che, oltre a consentire il trasferimento dei braccianti regolari dall'ex Gran Ghetto, svuotino di fatto anche L'Arena, la struttura che a San Severo ospita 140 migranti provenienti dal primo sgombero del marzo scorso del Gran Ghetto di San Severo; struttura, L'Arena, che sarà restituita all'amministrazione comunale. È questo in sintesi l'esito del tavolo prefettizio convocato oggi dal Prefetto Massimo Mariani dopo la protesta dei braccianti stranieri che martedì scorso hanno occupato la Cattedrale di Foggia. Al tavolo anche Questore e lo staff regionale di Emiliano.

Malgrado il tentativo di Regione e Prefettura di mostrarsi in sintonia, la tensione sarebbe alta tra le istituzioni dopo l'evidente scollatura andata in scena martedì scorso. Regione e Prefettura si sarebbero oggi chiarite: l'occupazione abusiva nei campi non sarà più tollerata a meno di non voler concorrere nel resto di attività mafiosa, quale è il caporalato che muove la vita dei braccianti agricoli, per il quale l'acqua sarebbe linfa vitale.
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento