Prima il litigio, poi 'spunta' il coltello: 20enne ferito alla testa, si cerca il responsabile

Il ferimento sarebbe avvenuto alcuni giorni fa, nella zona che ospitava il Gran Ghetto, nelle campagne tra San Severo e Foggia. Alla base del gesto un violento litigio che il giovane senegalese avrebbe avuto con un soggetto da identificare

Immagine di repertorio

E' grave, ma non in pericolo di vita, il 20enne del Senegal ricoverato dallo scorso giovedì agli Ospedali Riuniti di Foggia, dopo essere stato accoltellato nella zona dell'ex Gran Ghetto, tra Foggia e San Severo. 

L'uomo è giunto nel policlinico foggiano con una ferita da taglio alla testa (verosimilmente inferta di striscio con un coltello o altra lama) oltre a escoriazioni varie ed ecchimosi sul volto e in altre parti del corpo, segni evidenti di una colluttazione, anche piuttosto violenta. Sull'accaduto sono in corso le indagini dei carabinieri, che dovranno ricostruire la dinamica dell'accaduto e risalire all'identità del responsabile (o più di uno) del gesto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Inseguimento da film nel Foggiano: fuga a folle velocità tra la nebbia per 40 km, volanti speronate e sul finale lo schianto

  • Presa la banda foggiana che assaltava i bancomat: tre colpi in 20 giorni, quattro arresti

  • Corsa contro il tempo per Domenico, il 37enne e padre di due bambini colpito da una rara malattia: "Aiutateci a salvarlo"

  • Incidente stradale sulla Statale 89: auto perde il controllo e finisce contro un muro, a bordo tre persone

  • 400 ulivi tagliati 'con le mani', amaro risveglio nei campi di Stornarella. La vittima: "Buon miserabile Natale anche a voi!"

  • Domestica ruba denaro in casa, viene incastrata dalle telecamere e minaccia la proprietaria: "Stai attenta, non sai chi sono io"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento