menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto da Brindisi Report

Foto da Brindisi Report

Attimi di terrore a Carpino: raffica di coltellate a 19enne per alcuni sguardi provocatori, folla interviene ed evita tragedia

Un 21enne ha accoltellato un ragazzo di 19 anni in pieno centro storico a Carpino. E' stato arrestato dai carabinieri. Il 19enne invece è stato trasportato in ospedale e poi dimesso.

Avrebbe accoltellato un 19enne per alcuni sguardi provocatori. Per questo motivo i carabinieri di Carpino hanno arrestato in flagranza, per tentato omicidio, un 21enne del luogo, nell’ambito dei servizi di vigilanza nei luoghi della movida per arginare il contagio da coronavirus e prevenire assembramenti.

In uno di questi controlli una pattuglia dei carabinieri interveniva nel centro storico di Carpino dove pochi istanti prima uno sconosciuto aveva accoltellato un giovane, fuggendo precipitosamente.

Il comandante di stazione, in quei concitati momenti, accertava sul posto, che il giovane, riverso a terra, era stato colpito da più fendenti ai fianchi e alle gambe e stava perdendo molto sangue, pertanto si prodigava affinchè al ferito fosse assicurata immediata assistenza sanitaria.

Contestualmente raccoglieva “a caldo” le prime testimonianze e la descrizione del responsabile, che gli consentivano di individuare l’accoltellatore, rintracciandolo, subito dopo, in un vicolo non lontano dal luogo dell’evento, con ancora i vestiti sporchi di sangue. Immediato il fermo del giovane, che perquisito, deteneva ancora in tasca il coltello a serramanico utilizzato, subito sottoposto a sequestro.

Complessa la ricostruzione del movente della violenta aggressione, che avrebbe potuto avere più gravi conseguenze, se alcuni giovani presenti non avessero subito sottratto ed allontanato il ferito, facendo così interrompere l’azione dell’accoltellatore.

Solo a notte inoltrata, raccolte le preliminari testimonianze, la dinamica dell’accaduto andava ad assumere una connotazione più aderente all’evento poiché emergeva che l’accoltellamento era scaturito da alcuni sguardi provocatori.

Il ferito, sottoposto ad accertamenti sanitari presso l’ospedale di San Giovanni Rotondo, veniva giudicato guaribile in giorni 10 e dimesso, per lesioni al fianco ed ad una gamba, provocate da due fendenti da arma da taglio. Il responsabile veniva arrestato e trasferito al Carcere di Foggia, a disposizione della Procura della Repubblica di Foggia, che ne convalidava l’arresto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Pio e Amedeo non l'hanno presa bene: "Non fate finta di non capire quello che abbiamo detto". Selvaggia Lucarelli: "Studiate"

Attualità

Pio e Amedeo tacciati di "superficialità" dalla comunità ebraica. Battute sull'avarizia? "Si radica razzismo che favorisce fenomeni più gravi"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento