Venerdì, 29 Ottobre 2021
Cronaca Via del Lago

Palma di piazza del Lago rischia di spezzarsi. Il Comune ha deciso: “Sarà abbattuta”

Russo: “Le indagini tecniche non ci lasciano margini di manovra”. Mongelli: “Mi auguro che i cittadini comprendano si tratti di un intervento effettuato esclusivamente per garantire la loro sicurezza”

Una delle palme di piazza del Lago sarà tagliata “per motivi di pubblica sicurezza”. E’ quanto deciso dall’amministrazione comunale a seguito della ‘Relazione sullo stato vegetativo e fitosanitario e sulla stabilità’ dei tre alberi che fanno da cornice alla storica fontana nei pressi della cattedrale.

Il documento è stato elaborato da Agridea su committenza delle società che hanno in appalto il servizio di manutenzione del verde, le cooperative Tre Fiammelle e Ariete che martedì 20 agosto procederanno all’abbattimento.

Le indagini strumentali – eseguite con il tomografo ultrasonico tridimensionale – hanno accertato il perfetto stato di salute delle due palme messicane, entrambe alte all’incirca 16 metri, e fatto emergere “un grave problema” al “legno interno, in fase di alterazione” all’altezza di circa 19 metri, “sotto le foglie verdi”, per la palma californiana.

“La classe di propensione al cedimento della palma è estrema”, scrive il fitopatologo Michele Fede che “consiglia di eseguire l’abbattimento della stessa per motivi di pubblica sicurezza”. Suggerimento che origina nella valutazione della collocazione dell’albero: “queste tre palme sono poste a due passi dal Duomo cittadino, considerando la presenza continua di persone nell’area sottostante con un ‘effetto bersaglio notevole’”. A titolo esemplificativo di ciò che potrebbe accadere in caso di cedimento dell’albero, nella relazione è citato il recente caso di un incidente avvenuto a Catania e costato la vita ad una persona.

Pasquale Russo, assessore all’Ambiente e all’Energia: “Abbiamo chiesto noi la verifica dello stato di salute delle palme con l’obiettivo di effettuare ogni eventuale intervento necessario a preservarle. Purtroppo l’esito dell’indagine tecnica non ci lascia margini di manovra. Ciò che possiamo fare, e faremo è individuare ed attuare una soluzione all’asimmetria che si verrà a creare, riprogettando quello spazio verde in modo che sia salvaguardato e valorizzato il pregio storico della fontana e della piazza”.

Gianni Mongelli, sindaco di Foggia: “Sarà doloroso assistere al taglio di un albero così antico e così simbolico ma non possiamo ignorare la relazione senza assumere una responsabilità, umana prima ancora che istituzionale e giuridica, troppo grande in relazione a potenziali e tragici incidenti. Mi auguro che i cittadini comprendano si tratti di un intervento effettuato esclusivamente per garantire la loro sicurezza”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palma di piazza del Lago rischia di spezzarsi. Il Comune ha deciso: “Sarà abbattuta”

FoggiaToday è in caricamento