Sabato, 25 Settembre 2021
Ristrutturare

Tutto sui miscelatori: come sceglierli e quali sono i materiali migliori

I rubinetti sono accessori indispensabili. Oltre a dover essere pratici e comodi da usare, devono adattarsi allo stile di tutta casa

L'arredamento della cucina oltre a essere funzionale, deve rispecchiare il nostro stile e quello del resto di casa. Non solo gli elettrodomestici ma tutti gli elementi d’arredo, dall’isola, al lampadario, senza dimenticare i rubinetti devono essere belli e trendy.

Scopriamo di più sui miscelatori, come sceglierli, quali sono i materiali migliori e i modelli da non farsi sfuggire!

Le tipologie di miscelatori

I rubinetti possono essere installati a parete o direttamente sul lavandino, in questo caso prima di acquistarne uno nuovo si deve valutare la grandezza del foro del lavello o del piano di lavoro, per evitare di acquistare un modello troppo grande o troppo piccolo. 

Rubinetto a parete

rubinetti a parete sono pensati per lasciare a vista gli elementi essenziali. Inoltre, questo tipo di miscelatore è facile da pulire e richiede poca manutenzione perché difficilmente si creano incrostazioni di calcare alla base.

Rubinetto monocomando

Semplice ed essenziale questo miscelatore è disponibile in stili e forme differenti, perfetto per gli amanti del design! Il rubinetto ha un’unica maniglia e muovendola da sinistra a destra regola la temperatura, mentre dal basso all’alto si ottiene il giusto volume di acqua.

Rubinetto a due maniglie

Adatti alle cucine dallo stile retrò e country, sono formati da due manopole separate una per l’acqua calda e una per l’acqua fredda. Di solito sono installate alla base del rubinetto o montate separatamente.

Rubinetto con doccetta

É una variante dei rubinetti a monocomando e hanno la caratteristica di avere un miscelatore con tubo allungabile in grado di raggiungere tutti gli angoli del lavandino. Grazie a un contrappeso montato sul tubo flessibile “scompare” nell’alloggiamento senza il rischio di aggrovigliarsi. Il lavaggio di pentole, cibo e del lavandino sarà più semplice e veloce.

Rubinetto con sensore

Funzionale e pratico il miscelatore con sensore, permette di utilizzare il rubinetto senza toccarlo grazie al meccanismo che si trova nella parte anteriore del gruppo. Di solito ha un doppio funzionamento: quello senza contatto utile se si hanno le mani sporche o impegnate e quello manuale. Pur essendo utile, ha un costo superiore ed è molto delicato.

Rubinetto ripiegatile

Nelle cucine piccole lo spazio è limitato, per questo una soluzione potrebbe essere il rubinetto che si può piegare quando non viene utilizzato così da eliminare ogni ingombro.

I materiali

I rubinetti sono diventati dei veri e propri elementi di design e quindi anche il materiale ha un ruolo centrale perché deve essere in sintonia con lo stile della cucina, in commercio ce ne sono diversi:

  • bronzo: adatto agli ambienti country o shabby dona un tocco di classicità alla cucina grazie ai colori caldi e alla foggia vissuta, per un ambiente caldo e accogliente;
  • acciaio: minimal, classico o moderno il rubinetto in acciaio inox è perfetto sia nelle cucine classiche che in quelle moderne. La differenza la fa la finitura che può essere lucida o satinata;
  • smaltato: per dare un tocco di creatività all’ambiente il rubinetto smaltato è la scelta più indicata. Il miscelatore bianco con finiture in oro richiama lo stile delle cucine di una volta, mentre quello grigio o nero è perfetto all’interno di una cucina dall’animo contemporaneo.

Prodotti online

Rubinetto flessibile con doccetta estraibile

Rubinetto con molla a spirale

Rubinetto con rompigetto

Rubinetto con doppio comando

Rubinetto da cucina con sensore

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutto sui miscelatori: come sceglierli e quali sono i materiali migliori

FoggiaToday è in caricamento