Sunday Morning

Sunday Morning

Gerardo Bevilacqua: "Io sono un ribellione!"

Dal blog ‘Sunday Morning’ di Michele Fiscarelli

Gerardo Bevilacqua o lo ami o lo eviti. Benché avesse le carte in regola per candidarsi alla presidenza della Regione, ha preferito tarparsi le ali e dedicare energie e competenze alla sua città, candidandosi sindaco di Cerignola. Non saranno il dissenso di Fitto, il populismo di Salvini, il carisma di Berlusconi o il fascino della Boschi ad eclissare l’astro nascente della politica.

Gerardo ha la stoffa del fenomeno. Un po' Razzi e un po' La Qualunque, più antipolitico di Grillo e integralista più di Salvini, Bevilacqua è un vero portento, un alfiere della rivolta, una forza della natura: insomma un "ribellione". Virale sul web quanto originale nel linguaggio, è in grado di attrarre l'attenzione dei media e di incassare l'ovazione dei suoi sostenitori, utilizzando nuove forme di promozione.

Uno che, in tempo di crisi e di spending review, viaggia in limousine ed affronta con cuore impavido le telecamere, va osannato come un guru della comunicazione. Uno che esclama "Ho pregato il Signore: io voglio cambiare... Ho cambiato!" merita la celebrità. Uno che invita gli elettori a “farmi uscire a prima botta” punta dritto all’obiettivo. Uno che pesta un suo collaboratore sotto l’occhio delle videocamere merita di diventare leggenda. Gerardo Bevilacqua parla alla pancia degli elettori. È un maître à penser. Uno che spacca! La sua forza è nel linguaggio, non nella parola.

Social network: about.me/michelefiscarelli

Sunday Morning

Rubrica di notizie false e tendenziose. Può causare tosse, mal di gola, vertigine e stato d'incoscienza. Leggere attentamente il foglio illustrativo prima dell'uso. Se il disturbo persiste, consultare il medico

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento