Domenica, 26 Settembre 2021
Sunday Morning

Opinioni

Sunday Morning

A cura di Michele Fiscarelli

Tutta colpa di una farfalla!

Dal blog 'Sunday Morning' di Michele Fiscarelli

Come nella più classica delle barzellette, ci sono un milanese, una romana ed una foggiana: il fotografo Oliviero Toscani; la presidentessa di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni; la showgirl Vladimir Luxuria, al secolo Vladimiro Guadagno. La vicenda potrebbe destare ilarità, se sullo sfondo non aleggiasse lo spettro della discordia.

In una notte di fine estate un gruppo di militanti realizza un manifesto a sostegno della proposta di legge di iniziativa popolare contro le adozioni per le coppie omosessuali. I giovani, ignari della normativa sul diritto d'autore, sono attratti da un'immagine, cadono in trance e partoriscono l'epigrafe "Un bambino non è un capriccio". La fortuna però non è dalla loro parte. La fotografia è un ritratto della "famiglia homoparentale" realizzato da Oliviero Toscani. La reazione del fotografo è immediata: denuncia lo scippo, bolla come ignoranti gli autori del manifesto e minaccia querela.

Interrogata sulla questione, Luxuria punta dritto al cuore: "Spero che nessun bambino venga abbandonato da un padre a 12 anni come è successo alla vostra Giorgia Meloni". Piccata la replica: "Usare le vicende personali per attaccare politicamente è schifoso". "Può il battito d'ali di una farfalla in Brasile provocare un tornado in Texas?".

Secondo la tesi formulata dal professor Edward Norton Lorenz, l'interazione di elementi apparentemente insignificanti può provocare effetti catastrofici. Ipotizzare che gli agenti meteorologici possano influenzare gli orientamenti in tema di diritti civili rappresenterebbe - senza ombra di dubbio - un esercizio di logica ai limiti dell'assurdo.

L'effetto farfalla di Edward Lorenz, applicato al mondo della comunicazione, dimostra come il buonsenso  possa cambiare il corso degli eventi. Luxuria avrebbe potuto percorrere il sentiero del silenzio. Ha preferito invece argomentare  ad libitum la sua tesi. "Non ho offeso chi è stato abbandonato ma ho accusato chi ha  abbandonato" ha tweettato in sua difesa. E, ai microfoni della Zanzara su Radio 24, ha sottolineato che "l'orientamento sessuale di una persona non è una patente per essere un buon genitore". D'accordo! Peccato che la tensione trapeli dalla chiosa: "Siate pronti: ogni volta che voi ci attaccate, non vi attaccheremo - anche sul personale - perché siamo stufi!".

Umberto Eco sostiene che "avere un nemico è importante non solo per definire la nostra identità ma anche per procurarci un ostacolo rispetto al quale misurare il nostro sistema di valori e mostrare, nell'affrontarlo, il valore nostro. Pertanto, quando il nemico non ci sia, occorre costruirlo". Intelligenti pauca!

Si parla di

Tutta colpa di una farfalla!

FoggiaToday è in caricamento