Domenica, 24 Ottobre 2021
Sunday Morning

Opinioni

Sunday Morning

A cura di Michele Fiscarelli

Ama il prossimo tuo!

Dal blog Sunday Morning di Michele Fiscarelli

Omosessuali di tutti i paesi, unitevi! Al netto di insopprimibili prurigini e deferenti scappellate, la sentenza pronunciata dal Consiglio di Stato ha serrato le fila degli attivisti LGBT. Il Consiglio ha sancito che "risulta agevole individuare la diversità di sesso dei nubendi quale la prima condizione di validità e di efficacia del matrimonio", riscontrando "l'inattitudine del matrimonio omosessuale contratto all'estero da cittadini italiani di produrre qualsivoglia effetto giuridico in Italia" ed impedendo "all'ufficiale dello stato civile la trascrizione di matrimoni omosessuali celebrati all'estero, per il difetto della condizione relativa alla dichiarazione degli sposi di volersi prendere rispettivamente in marito e moglie".

Per pareggiare i conti con la storia, Vittorio Sgarbi non poteva esimersi da entrare… a gamba tesa! Ospite della conferenza convocata a Montecitorio dal senatore Giovanardi, ha definito "culimoni" i matrimoni tra omosessuali, pur non lesinando critiche alla famiglia tradizionale intesa come "luogo dell'orrore". Tutto ciò mentre il Parlamento discute il disegno di legge Cirinnà bis che regolamenta unioni civili e convivenza di fatto.D'altronde il Centrosinistra in tema di Unione è preparato, considerato il guazzabuglio che quell’alleanza ha determinato!

E se anche Foggia aprisse i registri dello stato civile alla trascrizione delle nozze omosessuali? È quanto si propone "Le bigotte", il comitato territoriale dell’Arcigay presieduto da Rocco Ventriglio, che attraverso una serie di iniziative a tutela dell'uguaglianza, senza distinzioni di identità di genere e di orientamento sessuale, vuole sensibilizzare i cittadini alla diversità. Intervistata, l’attivista Vladimir Luxuria non nasconde un pizzico di rammarico nel dover ammettere che, finché non sarà in vigore una legge capace di riconoscere diritti civili alle coppie omosessuali, saranno i giudici a decidere. E alla richiesta di stimare la probabilità che il Comune possa aprire i propri registri, ha replicato inveendo contro Franco Landella, reo di non aver partecipato al Puglia Pride: "Non ho avuto una buona impressione del sindaco di Foggia. Al Pride mancava soltanto lui! Avrebbe dovuto venire, ma alla fine ha addotto scuse. Non mi piacciono le persone Vorrei, ma non posso! Temo non sia disposto a prendere decisioni coraggiose!". Sgarbi avrebbe osato tanto?!

Social networkabout.me/michelefiscarelli

Si parla di

Ama il prossimo tuo!

FoggiaToday è in caricamento