Sunday Morning

Opinioni

Sunday Morning

A cura di Michele Fiscarelli

Atti osceni in luogo privato

Dal blog Sunday Morning di Michele Fiscarelli

"Atti osceni in luogo privato" è la storia di uno straniero in terra straniera, Libero Marsell. Ha 12 anni quando emigra a Parigi, scopre il tradimento della madre e subisce la separazione dei genitori. Parigi è la frontiera che segna il confine della rivolta che Libero tradurrà con l'autoerotismo in atto di liberazione; è la scoperta di se stesso attraverso l'eros e la letteratura; è il riscatto di un uomo che custodisce nel suo nome la pena e la redenzione.

Missiroli trascina il lettore per le strade di Milano in sella a una 50 special e lo scaraventa nelle banlieues parigine alla ricerca della "dignità di scegliere". Avviluppato in un tourbillon di emozioni, Libero lotta contro i fantasmi del suo passato nel tentativo di espiare la colpa di sua madre e di esorcizzare la vocazione all'infedeltà che serba dentro di sé. Dopo il primo bacio a Camille, ignara di essere soltanto uno strumento di iniziazione, e la prima volta con Lunette, profanatrice della sua purezza, Libero cede alle lusinghe del piacere, consapevole di dover osare sempre.

Saranno la parentesi newyorkese e la complicità di Lunette a farli oltrepassare il limite della trasgressione, lasciandoli in bilico tra "il terrore di perdersi. E l'illusione di essersi ritrovati". "Che cos'è un uomo in rivolta?" si domandava Camus. "Un uomo che dice no. Ma se rifiuta, non rinuncia tuttavia". Libero fuggirà da Parigi alla "parola d'ordine: azzardo" e si rifugerà a Milano alla ricerca della propria identità, prima di perdersi al canto delle sirene. Se per Henry Chinaski (alias Charles Bukowski) le donne erano esclusivamente un corpo da profanare per celebrare se stesso, per Libero Marsell diventano emancipazione dal narcisismo, epifania dello spirito, sacrificio e ricompensa per la sua rivoluzione.


Social network: about.me/michelefiscarelli

Si parla di

Atti osceni in luogo privato

FoggiaToday è in caricamento