Foggia-Sorrento secondo don Matteo: “Grazie Ginestra”

"Con il trascorrere delle domeniche mi chiedo quali siano i punti fermi dello scacchiere di Stringara e soprattutto se il mister sia consapevole di non averne"

don matteo-3-2Le uniche note positive di una giornata opaca, l’ennesima a dir la verità, restano la tifoseria e l’estremo difensore rossonero. Legittima la contestazione della “Sud”.

Con il trascorrere delle domeniche mi chiedo quali siano i punti fermi dello scacchiere di Stringara e soprattutto se il mister sia consapevole di non averne. Ancora una volta ci tocca ringraziare il nostro portiere, senza il quale, al cospetto di un Sorrento caparbio e volenteroso, non saremmo riusciti a strappare nemmeno un punto.

Si costruisce poco e la prestazione mediocre di Venitucci e del centrocampo ne è la prova. “A casa di giocatore non manca mai dolore”.

Ai giocatori, meno che a quelli del reparto difensivo, chiedo di leggere e studiare bene la parabola delle mine.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento