Foggia-Reggiana secondo Don Matteo: “Era difficile fare peggio”

Lo 0-2 dello Zaccheria non spegne l'entusiasmo del parroco foggiano, ma il Don commentatore non ha peli sulla lingua e sferra l'attacco a società e allenatore. Si salvano soltanto i tifosi

Don Matteo Ferro

don-matteo-2_2_originalDon Matteo non ha peli sulla lingua quando sostiene che Bonacina dovrà richiedere il parere di un esperto e quando invita la società a rivedere i piani di inizio campionato. Il parroco foggiano salva – si fa per dire – la linea centrale del campo. Il resto è noia, con la difesa che riesce persino ad emulare la prestazione deludente degli avanti rossoneri.

"Chi di speranza campa disperato muore" è il proverbio scelto dal Don rossonero.

ALLENATORE: Sembra che Bonacina non abbia le idee chiare. La soluzione migliore sarebbe quella di chiedere consiglio a qualche esperto. 

SQUADRA: 4, era difficile fare peggio

TIFOSERIA: 8

IL MIGLIORE: Ginestra

IL PEGGIORE: Tomi

IL CONSIGLIO: la società è chiamata a rivedere i piani di inizio campionato

ARBITRO: Buona gara

IL PROVERBIO: Chi di speranza campa disperato muore.

LA PARABOLA: La suocera di Pietro con la febbre.

REPARTI: Difesa 4 - Centrocampo 5 - Attacco 4

 

CRONACA, IMMAGINI E PAGELLE DELLA GARA

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento