Giovedì, 28 Ottobre 2021
Casa&Soldi

Opinioni

Casa&Soldi

A cura di Luca Zichella

La revisione della caldaia è obbligatoria per legge

Multe fino a 3000 euro per gli inadempienti. Dal blog del ragioniere foggiano, Luca Zichella

Si avvicina la stagione fredda; è tempo di dedicarsi anche alla cura degli impianti di riscaldamento: è buona norma controllare il funzionamento della caldaia per non avere problemi quando il freddo si farà sentire e anche per evitare inutili sprechi. Se queste motivazioni non bastano, ricordiamo che la revisione della caldaia è obbligatoria per legge. In caso di ispezione da parte del comune, se la revisione non è stata effettuata secondo le norme vigenti, si rischia una multa che oscilla da un minimo 500 a un massimo di 3000 euro. Non vale la pena rischiare.

I tipi di impianto che devono sottoporsi alle verifiche di legge per quanto riguarda la manutenzione ordinaria, sono tutti gli impianti di riscaldamento, compresa la classica caldaia domestica installata all’esterno con potenza inferiore a 35 kw, alimentata a gas metano, gasolio e gpl; per quanto riguarda invece il controllo di efficienza energetica tutti gli impianti purché di potenza superiore a 10kw.

Le direttive utili per la manutenzione sono contenute nella normativa locale della città. In  mancanza si può fare riferimento alla normativa nazionale. Occorre dare un’occhiata anche al libretto delle istruzioni della propria caldaia, qualora presenti determinante esigenze di manutenzione. Generalmente, il tecnico effettua sia la manutenzione ordinaria che la prova dei fumi durante il medesimo sopralluogo.  I costi relativi alla manutenzione della caldaia sono a carico del singolo cittadino e dell’amministratore per quanto concerne gli impianti condominiali. Secondo dati rilasciati da Altroconsumo, il costo medio per l’operazione si aggira intorno ai 107 euro. E’ indifferente dal punto di vista dei costi rivolgersi a centri di assistenza autorizzati o a tecnici multimarca: la strategia migliore è quella di richiedere prima un preventivo. Non dimenticate di spulciare i siti di acquisto di gruppo: si possono trovare coupon che scontano il servizio fino al 50%.

Il controllo della caldaia deve essere eseguito da tecnici abilitati, certificati dalla camera di commercio per lo svolgimento di attività da manutentore. Anche i centri di assistenza multimarca purché abilitati, possono rilasciare gli attestati di legge. La prassi prevede che il tecnico impieghi circa un’ora per effettuare un buon controllo. In seguito, spetta al Comune effettuare delle verifiche a campione, per appurare lo stato della caldaia del cittadino: in questo caso, occorre poter dimostrare l’avvenuta manutenzione tramite il libretto di caldaia e le fatture in un condominio con riscaldamento centralizzato, questi doveri spettano all’amministratore. Infine ricordiamo che l’ispettore non può presentarsi senza preavviso e senza aver concordato un appuntamento.

Rag. Luca Zichella 
Via Francesco Marinaccio, 12 
71122 Foggia 
Telefono/Fax: 0881.614050 
Mobile +39 338 527 6533 
E-mail info@lucazichella.it 
Web www.lucazichella.it 
Facebook Studio Rag.Luca Zichella

Si parla di

La revisione della caldaia è obbligatoria per legge

FoggiaToday è in caricamento