Martedì, 19 Ottobre 2021
Casa&Soldi

Opinioni

Casa&Soldi

A cura di Luca Zichella

Vacanze in arrivo, furti in aumento: ecco come difendersi dai topi d’appartamento

Dal blog Casa&Soldi del ragioniere foggiano Luca Zichella

Secondo dati Istat il 66% dei furti in appartamento avviene quando in casa non c'è nessuno. A volte poi, i ladri approfittano della distrazione dei condòmini: il portone principale sempre aperto, facilità nell'aprire la porta d'ingresso che non è stata chiusa a chiave, oppure presenza di impalcature per la manutenzione dello stabile. Scopriamo come difenderci dai "topi d'appartamento" per goderci in santa pace un po' di giorni di relax lontani dalla città.

  • Qualora il furto in un condominio sia stato facilitato dalla presenza di ponteggi  presenti per    l’esecuzione di lavori di manutenzione nello stabile, sono responsabili il ladro (penalmente) e il condominio e l'impresa (civilmente).

Possono infatti sorgere capi d'accusa nei confronti del condominio per aver effettuato una scelta poco accorta  circa l’impresa cui è stato affidato il lavoro  e per il difetto di vigilanza che la stessa non ha effettuato sui ponteggi. I ponteggi infatti devono essere dotati di apposite precauzioni come eventuali antifurto che impediscano l'accesso al personale non autorizzato. Qualora non siano state utilizzate queste precauzioni, l’appaltatore è passibile d’essere condannato al risarcimento del danno per la mancata predisposizione di tutta quella serie di accorgimenti (art.2043 del Codice Civile e Cass. 10 gennaio 2011 n. 292).

  • Per evitare furti che potrebbero essere eseguiti con facilità, i condòmini possono mettere in atto dovute accortezze, come:

  1. Dotarsi delle più moderne apparecchiature antifurto, ricordandosi di attivarle prima della partenza.
  2. Controllare di aver chiuso bene porte e finestre: le tende e le tapparelle possono essere lasciate come quando le tenete solitamente, proprio per evitare di rendere nota l'assenza prolungata. Anche i panni stesi o una luce esterna temporizzata possono essere utili per dare l'impressione di essere in casa.
  3. Incaricare qualcuno di svuotare la cassetta della posta. Spesso anche un dettaglio come l'accumulo di posta viene notato dai ladri.
  4. Lasciare a persone fidate un duplicato delle vostre chiavi in modo che queste possano effettuare ogni tanto un controllo.
  5. Conservare documenti ed effetti personali di valore in una cassaforte o lasciarli in custodia a qualcuno fidato.
  6. Instaurare un rapporto di collaborazione con i condòmini e i vicini può essere utile quando siete costretti ad assentarvi da casa anche per un periodo abbastanza lungo.
  7. Chiudere sempre  il portone di accesso al palazzo.
  8. Accertarvi che la chiave di casa non sia facilmente duplicabile e che non possieda targhette con dati sensibili  che, in caso di smarrimento, potrebbe facilitare il lavoro di eventuali malintenzionati.
  9. Evitare di comunicare i propri spostamenti sui social network.

Se, nonostante gli accorgimenti, vi ritrovate ad aver subìto un furto non toccate nulla e chiamate immediatamente il 112 o il 113.

Si parla di

Vacanze in arrivo, furti in aumento: ecco come difendersi dai topi d’appartamento

FoggiaToday è in caricamento