Colon irritabile: cos'è, sintomi e possibili cause

La sindrome del colon irritabile consiste in un insieme di disturbi a livello intestinale che con il passare del tempo possono divenire cronici

La sindrome del colon irritabile è detta anche sindrome dell'intestino irritabile, e consiste in una serie di disturbi più o meno intensi che possono compromettere il naturale e normale svolgimento della nostra quotidianità.

Questa patologia è molto frequente soprattutto tra le donne, e colpisce prima dei 35 anni; difficile da diagnosticare in quanto non è caratterizzata da sintomi specifici.

Infatti, il colon irritabile si manifesta con sintomi molto simili ad altri disturbi intestinali; tra questi segnaliamo: 

  • gonfiore addominale
  • dolore al basso ventre
  • stitichezza
  • diarrea 
  • crampi
  • difficoltà nel digerire 
  • meteorismo

Le possibili cause della sindrome del colon irritabile

Secondo i più recenti studi le cause di questa sindrome possono essere diverse e di varia natura; tra i fattori scatenanti troviamo le gastroenteriti infettive, oppure problematiche a livello psicologico, ormonale e alimentare.

Ecco le cause principali:

  • stress
  • stati di ansia
  • intolleranze alimentari acute, come quella al glutine o al lattosio
  • uso di farmaci
  • fattori psicologici
  • alterazioni ormonali
  • infezioni del tratto intestinale

La  sindrome del colon irritabile può divenire cronica e, come conseguenza, può causare spesso l'insorgere di emorroidi dovute a stipsi o diarrea. 

Per capire se si è affetti da questa patologia bisogna sottoporsi a una colonscopia, oppure ecografie, test per allergie o intolleranze, fino agli esami del sangue volti a indagare sulla presenza o meno di alcune patologie a livello gastrointestinale.

Gli alimenti sconsigliati in caso di colon irritabile

Se si soffre di colon irritabile è bene seguire una dieta bilanciata e corretta, ma soprattutto evitare determinati alimenti che possono dare fastidio, come:

  • latticini, dal latte vaccino ai formaggi
  • verdure, come melanzane e carciofi
  • legumi
  • patate
  • prodotti contenenti dolcificanti
  • frutta, come fichi, mele, pere, banane
  • frutta secca, dalle mandorle alle noci

Se volete sottoporvi a esami e visite specifiche potete rivolgervi presso la Asl di Foggia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • "Irresponsabile incoraggiare la didattica in presenza". Appello di Emiliano al mondo della scuola. "La mia non è una crociata"

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

Torna su
FoggiaToday è in caricamento