App Immuni: cosa fare in caso di notifica

Immuni è l'app che permette di sapere se si è entrati in contatto con una persona positiva al Coronavirus. Vediamo cos'è e come funziona

L'app Immuni si sta rivelando un mezzo molto efficace per monitorare la diffusione del Covdi-19; per tale ragione, infatti, il Governo ha invitato tutti a scaricare l'app Immuni.

  • A cosa serve? Per tracciare i contagi, preservando la privacy e l'anonimità dell'utente.
  • Come funziona? Immuni invia una notifica sul cellulare di chi è entrato in contatto con una persona poi risultata positiva al virus.
  • Ma cosa succede se arriva la notifica? La persona interessata deve contattare l'Asl o il medico di base. In mancanza di sintomi, e fatte salve le prescrizioni del curante, dovrà restare in casa in isolamento fiduciario per 14 giorni dall'arrivo della notifica. 

Nelle due settimane di isolamento non sarà possibile uscire di casa, né entrare in contatto con nessuno. Non c'è quindi un accesso diretto al tampone per chi ha scaricato l'app Immuni. In quanto anonima, l'applicazione non invia alcuna segnalazione alle autorità; è l'utente a dover segnalare l'avvenuta notifica, ed è l'Asl a fornire alla persona indicazioni su come procedere.

Immuni è l'unico sistema che si ha per sapere se si è entrati in contatto con una persona positiva, anche sconosciuta, in quanto a ogni cellulare, l'app assegna un codice. Quando due cellulari con l'App attiva si "incontrano", si scambiano i codici: se la persona che "possiede" uno dei due codici segnala la sua positività all'App, questa invia una notifica alla persona "proprietaria" dell'altro codice. Non tiene dunque traccia degli spostamenti, Immuni: semplicemente, usando il sistema Bluetooth, registra la presenza degli smartphone che abbiamo intorno inviando e ricevendo codici casuali.

E' importante sottolineare che Immuni è compatibile solo con smartphone (Apple o Android) successivi al 2015. Quindi, nel caso dell’iPhone, il telefono deve avere installato il sistema operativo iOS 13.5 o superiore; per l'Android, si parte dalla versione 6.0 ed è necessario che il telefono il Bluetooth Low Energy e Google Play Services in versione 20.18.13 o superiore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento