Salute

Aerofagia: cos'è e quali le cause, i sintomi e i possibili rimedi

Scopriamo come riuscire a contrastare l'aerofagia, per affrontare al meglio uno dei disturbi più comuni

L'aerofagia è un disturbo fisiologico molto comune, che si manifesta a seguito di un'ingestione di aria.

Un fenomeno naturale che interessa la pancia oppure l'esofago, e che scatena un senso di malessere, disagio e gonfiore addominale.

Chi soffre di aerofagia tende a ingurgitare aria mentre beve o mangia; questo causa sintomi gastrointestinali abbastanza spiacevoli, come:

  • eruttazione
  • flatulenza
  • dolore all'addome
  • gonfiore 

Vi sono due tipologie di aerofagia, quella fisiologica e quella patologica.

La prima si presenta dopo aver mangiato un pasto molto abbondante, ricco di grassi e zuccheri, soprattutto se si è mangiato velocemente e senza masticare bene; mentre, quella patologica è una condizione più delicata, perché si presenta in modo ricorrente nelle persone stressate e ansiose.

Sintomi e cause dell'aerofagia

L'aerofagia è un disturbo molto diffuso, che se acuto può divenire davvero invalidante e minare il nostro benessere.

Tra i sintomi più comuni segnaliamo:

  • eruttazioni
  • dolore e distensione addominale
  • gonfiore 
  • flatulenza
  • nausea
  • senso di sazietà 
  • tachicardia
  • vomito
  • bruciore di stomaco

Ovviamente, l'aerofagia può essere causata da numerosi fattori, come:

  • mangiare cibi molto zuccherati
  • cibi troppo grassi
  • bevande gassate
  • masticare chewing gum
  • mangiare troppo velocemente
  • allergia al lattosio
  • sedentarietà
  • suzione del pollice nei bimbi
  • fumo
  • stitichezza

Per contrastare questo disturbo si consiglia, quindi, di mangiare lentamente e, soprattutto, cibi poveri di grassi e zuccheri. Sono consigliati, ad esempio, alimenti altamente digeribili e privi di lattosio, come ad esempio pesce, carne, cereali, uova, verdure cotte, frutta e formaggi, meglio se stagionati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aerofagia: cos'è e quali le cause, i sintomi e i possibili rimedi

FoggiaToday è in caricamento