Martedì, 21 Settembre 2021
Alimentazione

Tisane: ricette, benefici e controindicazioni

Tutto sulle tisane, come prepararle in casa e quali i benefici per il nostro organismo

Rimedio naturale dalle importanti proprietà benefiche per il nostro organismo, le tisane oltre a rappresentare un momento piacevole e rilassante, costituiscono un valido aiuto perché sfruttano le proprietà benefiche e depurative delle piante.

Sono composte da acqua, risultando quindi molto utili per reidratarsi, e non contengono caffeina; le tisane possono essere bevute a qualsiasi ora, anche prima di andare a dormire per conciliare un buon sonno.

Come preparare una tisana

Una tisana si prepara facendo bollire dell'acqua, poi aggiungendo un cucchiaio di miscela per ogni tazza e lasciando in ammollo dai 5 ai 20 minuti, in un contenitore chiuso con coperchio.

Una volta preparata, la tisana dev'essere consumata entro 24/48 ore e conservata in frigo.

Le ricette delle tisane di bellezza

Tisana anticellulite e snellente - per preparare questa tisana utilizza una miscela a base di fucus, ribes, spirea, vite rossa, finocchio, frangula e menta; il fucus, infatti, contribuisce ad attivare il metabolismo, mentre la vite rossa stimola il micro-circolo, aiutando il drenaggio dei liquidi in eccesso e lo smaltimento dei grassi.

Tisana detox - a base di tarassaco, bardana, cicoria, calendula, rosmarino ed anice stellato, la tisana detox aiuta ad eliminare tossine e impurità, e permette di recuperare energie e luminosità.

Tisana contro le gambe gonfie - la miscela a base di centella, mirtillo e sorbo è l'ideale per sgonfiare e alleggerire le gambe stanche, perché agisce a livello linfatico e venoso, ed è specifica per la circolazione degli arti inferiori.

Tisana drenante - per preparare una tisana drenante puoi utilizzare una miscela di equiseto, betulla, fico d'india, uva orsina, ortica e finocchio; ideale per eliminare liquidi in eccesso, sgonfiare la pancia e attenuare borse e occhiaie, questa miscela aiuta anche a drenare i liquidi a livello cellulare e a sentirsi più leggeri.

Tisana depurativa - assumere una tisana con enotera, borraggine e bardana è la scelta giusta per restituire luce alla pelle, depurare il fegato, eliminare le impurità, e, grazie alla forte presenza di vitamina E, migliorare l'elasticità della pelle e prevenire le rughe. Inoltre, puoi aggiungere un po' di camomilla e fare degli impacchi sugli occhi per eliminare borse e occhiaie.

Tisana contro la pancia gonfia - per ottenere una pancia piatta e allontanare il gonfiore puoi provare una miscela di malva, angelica, semi di finocchio, melissa e achillea, dalla funzione antinfiammatoria e capace di aiutare la digestione, prevenire la formazione di gas addominali e contrastare le coliti da stress.

Tisana rilassante - ideale da assumere prima di andare a dormire, la tisana rilassante è una miscela di passiflora, melissa, tiglio, fiori d'arancio e petali di papavero, in grado di rilassare la muscolatura anche a livello addominale, riequilibrare i cicli di sonno e veglia e dare continuità al sonno.

Consigli e Raccomandazioni

Il modo migliore per assumere tisane dotate di maggiori benefici è acquistare erbe, fiori e miscele in erboristeria. In questo modo si possono ricevere consigli personalizzati da un professionista, richiedere indicazioni dettagliate sulle quantità di acqua ed erbe da utilizzare, sulle modalità e i tempi di preparazione, sulle dosi di assunzione e sui possibili effetti collaterali.

Controindicazioni

La maggior parte delle tisane sono sicure per il consumo regolare, ma bisogna ricordare che alcune erbe hanno effetti tossici o allergenici, come:

  • Consolida maggiore - che contiene alcaloidi che possono causare danni permanenti al fegato in caso di uso costante e continuato;

  • Lobelia - che contiene alcaloidi dall'efficacia simile alla nicotina;

  • Digitalis - considerata fortemente velenosa a causa dell’elevato contenuto di glucosidi, concentrati principalmente nelle foglie.

Inoltre, è bene sapere che diverse erbe medicinali sono assolutamente da evitare in caso di gravidanza, avendo proprietà abortive: di conseguenza, se consumate da una donna incinta, potrebbero causare un aborto spontaneo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tisane: ricette, benefici e controindicazioni

FoggiaToday è in caricamento