Vieste più bella con la scalinata della Pace: ecco la terza 'street art' realizzata dagli studenti del Gargano

Inaugurazione questa mattina della terza scalinata, dopo quella dell'amore e delle vittime di mafia. "Non c'è tre senza quattro" ha scherzato Nobiletti. L'opera a cura degli studenti dell'Istituto Rodari, finanziata dalla Regione Puglia

Una scalinata per la pace, con i colori della speranza espressa dalle ragazze e i ragazzi di Vieste. "La street art  finanziata dalla Regione Puglia può servire anche a questo: a esprimere la parte migliore del Gargano, esaltandone bellezza e voglia di un futuro positivo" hanno detto questa mattina l'assessore regionale Raffaele Piemontese, il sindaco Giuseppe Nobiletti e l'assessore alla Cultura, Graziamaria Starace, presenti all'inaugurazione con gli studenti viestani dell'Istituto Rodari, vincitori del bando di concorso.

Si tratta della terza scalinata realizzata nel Comune del Gargano (dopo quella dell'amore e della legalità), realizzata con decorazioni in plastica colorata, a formare un arcobaleno verticale. La misura regionale 'Promozione della StreetArt' - La Cultura si fa Strada che ha il chiaro obiettivo di sostenere forme espressive in grado di contribuire a generare e riqualificare luoghi e beni della città con particolare riferimento alle aree degradate o periferiche.“

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

  • Coronavirus: 30 morti e un contagiato su quattro in Puglia. I nuovi positivi sono 1100 su appena 4100 tamponi

  • Qualità della Vita, Foggia sprofonda all'ultimo posto: ItaliaOggi premia Pordenone

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento