Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un regalo speciale per i piccoli pazienti di Casa Sollievo: volontari donano 400 libri, nascono così le biblioteche di reparto

I volumi donati - selezionati per essere letti da bambini, ragazzi e adulti - saranno utilizzati per allestire una o più biblioteche di reparto da mettere a disposizione di pazienti, familiari, visitatori e operatori

 

Un 'carico' speciale quello giunto questa mattina a Casa Sollievo della Sofferenza. Sono i 400 i libri raccolti dai volontari per essere donati alla struttura ospedaliera di San Giovanni Rotondo, dove saranno a disposizione dei piccoli pazienti (e dei loro genitori), spesso costretti a lunghe degenze per curare le varie patologie.

I volumi donati - selezionati per essere letti da bambini, ragazzi e adulti - saranno utilizzati per allestire una o più biblioteche di reparto da mettere a disposizione di pazienti, familiari, visitatori e operatori. Inoltre saranno utilizzati per dare il via a laboratori pomeridiani di lettura nei reparti pediatrici dell’Istituto. L'iniziativa è stata promossa dai volontari della onlus 'Contasudinoi' (che riunisce una rappresentanza della Network Contacts di Molfetta); la raccolta di libri è frutto dell’iniziativa 'Aiutaci a crescere, regalaci un sorriso', acquistati con il sostegno della 'Libreria Giunti al Punto' di Molfetta.

La delegazione di volontari è stata accolta questa mattina dal direttore generale Michele Giuliani, con il direttore Finanza e Bilancio Giovanni Piano, il direttore del dipartimento pediatrico Michele Sacco e il collega dell’oncoematologa pediatrica Lucia Miglionico. I volontari si sono quindi recati nella Scuola Ospedaliera Paritaria dell’Ospedale, situata nel reparto di Oncoematologia Pediatrica, dove hanno incontrato la direttrice Cinzia Patrizio. Si tratta di una scuola riconosciuta dal Ministero, che ha il compito fondamentale di recuperare e mantenere il rapporto con la scuola di appartenenza dei piccoli ricoverati, garantendo loro la continuità didattica nonostante i periodi di ricovero | IL VIDEO

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento