Lunedì, 20 Settembre 2021
Attualità Vico del Gargano

Una piazza e un monumento per chi ha sacrificato la propria vita: il tributo di Vico ai caduti nelle missioni di pace

Toccante cerimonia d’intitolazione ai Caduti nelle missioni internazionali di Pace. In Puglia 26 vittime, 4 delle quali originari della provincia di Foggia

Da ieri, Vico del Gargano ha un monumento e una piazza, quella posta tra la Villa Comunale e il vicino parco giochi. Il luogo e il monumento sono stati intitolati ai Caduti nelle missioni internazionali di pace all’estero. In Puglia, sono 26 le persone che hanno sacrificato la propria vita nelle missioni internazionali di pace e quattro di loro erano figli della nostra Capitanata: Mario Frasca di Orta Nova, Pasquale Dragano di San Giovanni Rotondo, Francesco Saverio Positano di Foggia e Salvatore Domenico Marracino di San Severo. Toccanti le testimonianze di Antonio, Angela, Francesco e Vincenzo dell’associazione Onlus Mario Frasca, che da 2012 porta avanti l’impegno l'onore di ricordare tutti i caduti nell'adempimento del loro dovere. Mario Frasca morì in Afghanistan il 23 settembre 2011; Pasquale Dragano cadde in Kosovo il 24 giugno del 1999; Francesco Saverio Positano perse la vita in Afghanistan il 23 giugno 2010, mentre Salvatore Domenico Marracino morì in Iraq il 15 marzo 2005.

“L’articolo 11 della nostra Costituzione – ha ricordato il sindaco Michele Sementino durante la cerimonia – afferma che l’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà dei popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali, e consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie a un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia tra le nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo. Ecco –, ha aggiunto Sementino – è con questo mandato costituzionale che oggi le nostre Forze Armate hanno il compito di difendere la Patria, la pace e la nostra libertà. Un impegno che svolgono con dedizione in Italia ma anche nelle numerose missioni all’estero in cui sono impegnate. Il modo migliore per commemorare degnamente i nostri caduti è quello di impegnarsi in prima persona, ogni giorno, nel nome dei diritti ma anche dei doveri di ognuno di noi. Ai bambini, ai ragazzi e giovani qui presenti chiedo di custodire e difendere con orgoglio questo monumento”.  

“Ringrazio tutte le persone che hanno partecipato a questa iniziativa. L'assessore Vincenzo Murgolo che ha seguito l'iter dei lavori, l’intera giunta, i consiglieri comunali d'opposizione e quelli di maggioranza. Le autorità religiose, civili e militari oggi presenti. La Polizia Municipale e le forze dell'ordine. Le associazioni e i cittadini che hanno partecipato. Un ringraziamento speciale va all'associazione Onlus Mario Frasca”, ha concluso il sindaco di Vico, Michele Sementino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una piazza e un monumento per chi ha sacrificato la propria vita: il tributo di Vico ai caduti nelle missioni di pace

FoggiaToday è in caricamento