Attualità

Armati di buste e guanti raccolgono i rifiuti abbandonati. Il plauso del sindaco: "Il vostro esempio ci dà speranza"

La bella iniziativa di tre giovani ragazzi, che nei giorni scorsi hanno ripulito alcune strade periferiche di Troia, sommerse dai rifiuti: "Nel 2020 ci sono ancora persone che si divertono a gettare l'immondizia ovunque tranne che nel cestino. A noi, invece, diverte vedere i posti ripuliti"

"A fronte di chi sporca, chi di chi vive nell’inciviltà il mondo ha la fortuna di avere chi fa la differenziata e conferisce correttamente. A fronte di gente incivile, che i rifiuti li abbandona ovunque il mondo ha la fortuna di avere chi ripulisce. E noi, a Troia, siamo fortunati ed orgogliosi di avere Mario, Massimiliano e Michele, tre ragazzi che si sono ribellati all’inciviltà di alcuni concittadini". Parla il sindaco di Troia Leonardo Cavalieri, che commenta l'azione di tre giovani concittadini, resisi protagonisti nei giorni scorsi di un grande esempio di senso civico. Muniti di guanti e bustoni, i tre ragazzi hanno perlustrato le aree rurali del comune dei Monti Dauni raccogliendo i rifiuti abbandonati in strada da altri concittadini un po' meno virtuosi.

"Nel 2020 ci sono ancora persone che si divertono a gettare l'immondizia ovunque tranne che nel cestino. A me e Massi invece, diverte vedere i posti ripuliti e diverte tornare a casa sapendo di aver fatto qualcosa di utile. Così abbiamo deciso di fare qualcosa. A fine lavoro, mentre ammiravamo soddisfatti la caterva di roba raccolta ci siamo resi conto di aver ripulito esagerando una cinquantina di metri di strada. Ci siamo resi conto che avevamo bisogno di aiuto, lo abbiamo ricevuto e lo stiamo ricevendo. Scrivo questo messaggio per ringraziare tutte le persone che stanno partecipando a questa raccolta e per spronare gli altri a farlo. Non serve per forza mettere le mani nei rifiuti per aiutare, potete contribuire in mille modi, fornendo un paio di guanti o qualche busta, o anche solo girando questo messaggio. Primo fra tutti abbiamo bisogno dell'aiuto del sindaco e del Comune per risolvere questa situazione che è sotto gli occhi di tutti ma passa troppo spesso in secondo piano. Se volete dare una mano fatecelo sapere. Il vero schifo non è quello che sta per terra ma le persone che ce lo buttano", ha scritto su Facebook Mario Laquintana, uno dei promotori di una iniziativa alla quale altri giovani ragazzi hanno intenzione di aderire: "Il vostro esempio ci fa ancora sperare in un mondo migliore", ha chiosato il primo cittadino. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Armati di buste e guanti raccolgono i rifiuti abbandonati. Il plauso del sindaco: "Il vostro esempio ci dà speranza"

FoggiaToday è in caricamento