menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Siamo al caos più totale". Allarme trasporto pubblico locale. Emiliano: "Le scuole ci dicano quali sono le linee più affollate"

La Provincia di Foggia aveva già segnalato il 5 ottobre alla Regione Puglia le criticità. Il governatore ha comunicato oggi, a margine di una riunione, che la Regione è al lavoro per decongestionare le linee

"La situazione del trasporto pubblico locale era già insostenibile, come ho segnalato alla Regione Puglia con una nota il 5 ottobre, tra qualche giorno diventerà emergenziale, occorre intervenire subito". Lo afferma il presidente della Provincia di Foggia Nicola Gatta, alla luce delle disposizioni introdotte con l'emanazione dell'ultimo decreto del presidente del Consiglio dei ministri.

"Non capisco come faranno dal 23 ottobre gli studenti degli istituti superiori, soprattutto delle aree interne della nostra Provincia, a raggiungere gli istituti scolastici per entrare a scuola alle 9 o frequentare turni pomeridiani. I presidenti di Regione hanno comunicato al Governo le difficoltà già incontrate per la riprogrammazione delle corse? Si sono accertati del numero di corse attive per gli studenti pendolari, prevedendo corse aggiuntive in caso di turni pomeridiani?". Questi gli interrogativi posti dal numero uno di Palazzo Dogana e sindaco di Candela, comune dei Monti Dauni.

E proprio oggi il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha convocato una riunione in video conferenza per esaminare la questione del trasporto pubblico in relazione agli orari scolastici. Hanno partecipato gli assessori alla Scuola Sebastiano Leo e ai Trasporti Giovanni Giannini, l'epidemiologo Pier Luigi Lopalco, il direttore del Dipartimento Salute Vito Montanaro, la direttrice dell'Ufficio scolastico regionale Anna Maria Cammalleri, il presidente Anci Puglia Domenico Vitto, il dirigente della protezione civile regionale Mario Lerario, il capo di Gabinetto Claudio Stefanazzi e il capo dell’Avvocatura regionale Rossana Lanza. “Abbiamo bisogno che la scuola secondaria, alla luce delle novità introdotte dall'ultimo dpcm, ci dica quali sono le linee di trasporto più affollate dagli studenti - ha detto Emiliano a margine della riunione - È importante acquisire queste informazioni sentendo sindaci, personale scolastico, studenti e le loro famiglie. Si partirà da questa ricognizione per consentire da un lato all’Ufficio scolastico regionale di scaglionare gli orari delle lezioni nelle scuole secondarie e dall'altro ai Comuni e alla Regione di riorganizzare le corse dei mezzi. La riunione è riconvocata per domani alle ore 16”.

Il Dpcm pubblicato ieri, in particolare, dispone che “per contrastare la diffusione del contagio (...) le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado adottano forme flessibili nell'organizzazione dell'attività didattica ai sensi degli articoli 4 e 5 del decreto del presidente della Repubblica 8 marzo 1999 n. 275, incrementando il ricorso alla didattica digitale integrata, che rimane complementare alla didattica in presenza, modulando ulteriormente la gestione degli orari di ingresso e di uscita degli alunni, anche attraverso l'eventuale utilizzo di turni pomeridiani e disponendo che l'ingresso non avvenga in ogni caso prima delle 9.00”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Foggia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lopalco: "Puglia zona gialla non è liberi tutti"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento