Attualità

Protocolli Covid e benessere degli studenti: su scuola e salute il tavolo della Regione Puglia diventa permanente

Dall'emergenza sanitaria parte un confronto strutturale per lanciare strategie unitarie in materia di sanità, benessere, corretti stili di vita, prevenzione, servizi educativi per l’infanzia, nuove forme di mobilità e sport

Il tavolo scuola e salute istituito dalla Regione Puglia a ottobre diventa permanente. Non si occuperà solo dell'emergenza Covid, presupposto da cui è partito. Amplia i suoi obiettivi e si occupa di 'istruzione e benessere': sarà incubatore e promotore di progetti di educazione alla salute, di promozione della prevenzione e di corretti stili di vita, di nuove forme di mobilità e movimento, di tutte quelle iniziative che favoriscono il benessere dello studente nell'ambito scolastico e universitario.

“L’emergenza sanitaria provocata dalla pandemia ha evidenziato quanto istruzione e salute siano strettamente collegate e incidano sul benessere di un Paese. È necessario ragionare in una logica di interdisciplinarietà, dall’adozione di policy integrate che abbraccino il concetto di salute e benessere dello studente a 360 gradi - spiega l’assessore Sebastiano Leo - Dobbiamo guardare oltre l’emergenza da Covid 19 e farci portatori di un manifesto, da promuovere nelle scuole e nelle università della Puglia, che lanci strategie unitarie in materia di sanità, benessere, corretti stili di vita, prevenzione, servizi educativi per l’infanzia, nuove forme di mobilità, sport. Da qui l’idea di istituire un tavolo permanente con i colleghi assessori Lopalco e Maurodinoia, la direttrice dell'ufficio scolastico regionale Puglia Anna Cammalleri e le Università del territorio, che ringrazio per la straordinaria sinergia. Al tavolo di lavoro saranno ovviamente invitate anche le organizzazioni sindacali.”

Il tavolo di coordinamento regionale tra gli assessorati all’Istruzione, alla Sanità e ai Trasporti e i rappresentanti di scuola e università, in questi mesi, si è occupato in primo luogo di garantire un’uniforme applicazione dei protocolli operativi da parte degli Uffici scolastici provinciali, delle istituzioni scolastiche, delle università, delle articolazioni organizzative delle Asl, delle aziende regionali di trasporto pubblico e degli operatori del mondo dello sport. In pratica, ha consentito di operare un raccordo e di fare sintesi tra le procedure da seguire da parte dei dirigenti scolastici e dei Dipartimenti di prevenzione delle Asl, analizzando e affrontando eventuali criticità. Ora, su input dell'assessore Leo, il confronto diventa strutturale come formalizzato dalla Giunta regionale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protocolli Covid e benessere degli studenti: su scuola e salute il tavolo della Regione Puglia diventa permanente

FoggiaToday è in caricamento