Mercoledì, 17 Luglio 2024
Attualità

Segnaletica orizzontale fantasma a Foggia, nuova ditta alle prese con le strisce pedonali scomparse

Le zebrature stradali sono sparite in diversi punti della città, mettendo a rischio l'incolumità dei pedoni. Da meno di un mese, la manutenzione è stata affidata alla società Sifis

La vernice bianca ormai è un vecchio ricordo. Le strisce pedonali si sono letteralmente smaterializzate nella gran parte della strade cittadine a Foggia. La documentazione fotografica, a titolo esemplificativo, mostra le condizioni della segnaletica orizzontale in via IV Novembre e corso Roma, strade che quotidianamente pullulano di giovanissimi che frequentano Piazza Italia e il Palazzo degli Studi.

All’uscita da scuola attraversano zigzagando tra le auto. La sera, nella penombra della pubblica illuminazione, quando da quelle parti si preme di più l’acceleratore, non vale l’obbligo da manuale di ridurre la velocità e all’occorrenza fermarsi, semplicemente perché le strisce sono sparite, e il pedone costretto a un pericoloso slalom rischia pure di passare per un fuorilegge che ostacola il traffico.  Arrivare sani e salvi dall’altra parte della strada è un terno al lotto.

Le zebrature stradali sono ridotte così in diverse zone della città. Il gruppo ‘Difendiamo il Quartiere Ferrovia’, di recente, aveva segnalato il caso di via Conte Appiano e da lì a pochi giorni sono ricomparse almeno quelle, per quanto i residenti aspettino anche dossi artificiali e il potenziamento della pubblica illuminazione. Riappaiono, lentamente, anche nella zona di Parco San Felice.

Alle prese con gli attraversamenti pedonali fantasma da poco c’è una nuova ditta. Il 25 gennaio scorso, infatti, è stato stipulato il contratto di appalto per i lavori di installazione e di manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti semaforici, di segnaletica verticale e orizzontale per la durata di cinque anni.

La Società S.i.f.i.s. s.r.l. con sede a Roma si è aggiudicata la gara bandita ad aprile del 2021 dal Comune di Foggia con un ribasso di oltre il 20% sull’importo di 2.474.428,82 euro (la spesa per l’appalto, tutto compreso, ammonta, così, a circa 3 milioni di euro).

Nella relazione che ha determinato il commissariamento del Comune di Foggia per infiltrazioni mafiose, la Commissione d’accesso si è ampiamente soffermata sulla gestione degli impianti semaforici e della manutenzione della segnaletica in riferimento alla ditta Segnaletica Meridionale che ha operato fino al 2017, quando il Comune ha provveduto alla risoluzione del contratto. Successivamente è subentrata un’altra ditta, ma l’importo dell’appalto era decisamente inferiore, tanto che le “già esigue risorse finanziarie del contratto” sono finite in anticipo rispetto alla scadenza.

IMG_9031-2IMG_9028-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Segnaletica orizzontale fantasma a Foggia, nuova ditta alle prese con le strisce pedonali scomparse
FoggiaToday è in caricamento