menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stop alla rivoluzione 5G anche a Foggia. Temporaneamente sospese le autorizzazioni. "Pervenute molteplici richieste"

Il consigliere comunale Pasquale Rignanese aveva presentato un'interrogazione sostenuta da tutto il gruppo di Forza Italia. Torremaggiore, Lucera, Apricena e San Severo si erano già appellati al principio di precauzione

Scatta anche a Foggia la temporanea sospensione del rilascio di autorizzazioni all'installazione delle antenne 5G. Il sindaco Franco Landella, lo scorso 29 aprile, ha inoltrato al dirigente del coordinamento Area Tecnica Paolo Affatato una nota in cui ratifica la volontà dell'Amministrazione comunale di congelare i procedimenti, "al fine di accertare nelle competenti sedi se sussistano conseguenze di ordine sanitario che dovessero manifestarsi a breve, medio e lungo termine, sulla salute dei cittadini".

5G, l'ok di Arpa Puglia: "Nessun diverso impatto sulla salute"

Il provvedimento fa seguito ad una interrogazione presentata il 28 aprile scorso dal consigliere comunale Pasquale Rignanese e sostenuta da tutto il gruppo consiliare di Forza Italia. Il conseguente atto del primo cittadino non si è fatto attendere, considerato che da lì all'indomani è partita la sospensiva. I consiglieri comunali di Forza Italia chiedevano di sapere anche se fossero già state presentate istanze di installazione di reti per la tecnologia di quinta generazione nel comune di Foggia (e se sì in quali zone e località). Dalla comunicazione del sindaco Landella si evince che sono già molteplici le richieste pervenute all'Amministrazione.

L'indirizzo del Comune è motivato dall'assenza di "qualsiasi studio preliminare sulla valutazione del rischio sanitario e per l'ecosistema derivabili dall'attivazione del 5G" e di "alcuna evidenza scientifica che escluda integralmente danni e possibili riflessi sanitari" derivanti dall'esposizione alle radiofrequenze. I Comuni di Torremaggiore, Lucera, Apricena e San Severo si erano già attivati ricorrendo al principio di precauzione e avevano invocato una moratoria della Regione Puglia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il "Fiasco" della campagna vaccinale, il caso Puglia nell'analisi del Financial Times: "Il 98% degli ultrasettantenni ancora senza dose"

Alimentazione

Proprietà e benefici delle fave

Attualità

O la si salva o la si uccide

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento