menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giuseppe Conte a Volturara

Giuseppe Conte a Volturara

"Arrivederci presidente". I foggiani salutano il premier di Volturara e si emozionano: "Orgogliosi di Conte"

Amarezza nel suo paese natio nel giorno del commiato. Il sindaco Zibisco ha ricevuto diversi messaggi di cittadini che gli hanno chiesto di chiedere scusa al presidente per il trattamento ricevuto: "Lo farò non appena lo incontrerò"

Non ha mai rinnegato le sue origini e, anzi, non ha mai perso occasione per dire "sono di Volturara Appula", come ha osservato il sindaco del borgo dei Monti Dauni, Vincenzo Zibisco, "anche se la domanda successiva era dove si trovasse il paese". E oggi i foggiani, fieri del loro premier, si sono emozionati quando Giuseppe Conte ha lasciato Palazzo Chigi tra gli applausi.

"Da oggi non sono più Presidente del Consiglio - ha scritto congedandosi - Torno a vestire i panni di semplice cittadino. Panni che in realtà ho cercato di non dismettere mai per non perdere il contatto con una realtà fatta di grandi e piccole sofferenze, di mille sacrifici ma anche di mille speranze che scandiscono la quotidianità di ogni cittadino".

Nel 2018, tornato a casa, tirava calci al pallone, come faceva quando era bambino nelle strade del suo paesino. Assieme alla cittadinanza onoraria, Volturara gli ha donato una maglia del Foggia con il numero 1. E già in tanti lo rimpiangono perché, inevitabilmente, la Capitanata sentiva di poter contare su di lui.

"Da pugliese sono orgoglioso di lui, della sua non appartenenza a niente e a nessuno che non fosse il Popolo Italiano", ha detto il presidente della Regione Michele Emiliano, interpretando il pensiero dei cittadini che come il governatore hanno colto "lo stile, la signorilità e la statura da uomo di Stato" di Giuseppe Conte.

"Siamo stati sempre orgogliosi di questa appartenenza. Rimane un po' di amarezza per come sono andate le cose. Naturalmente non siamo disperati, come ha detto qualche testata televisiva venuta in paese. Siamo sereni, così come è sereno il presidente". Ha detto oggi Zibisco all'Adnkronos. "In questi ultimi giorni - rivela - mi ha colpito molto una cosa: ho ricevuto diversi messaggi di cittadini, non solo di Volturara Appula, che mi hanno chiesto di chiedere scusa al presidente Conte, alla prima occasione di incontro, per il trattamento che ha ricevuto in questa circostanza. Ciò esprime il sentimento degli italiani rispetto a quello che è successo, basta vedere un po' i sondaggi. Lo farò non appena lo incontrerò".

Volturara è pronta a riaccogliere Conte. "Ogni volta che ci sentiamo - continua Zibisco - lo invito sempre a tornare in paese, finora è stato praticamente impossibile per gli impegni che lo hanno sovrastato, però lo aspettiamo tutti con molto piacere", anche perché il presidente ha sempre manifestato pubblicamente il suo attaccamento alle radici. "Lo aspetteremo con l'affetto di sempre, forse anche per confrontarci su quello che è successo". 

Da sindaco di un piccolo comune del Meridione, non nasconde le sue preoccupazioni per il futuro: "In questo momento storico si era creato un asse con il presidente Conte, il ministro Provenzano, una persona eccellente sotto tutti i punti di vista, qui in Puglia il presidente dell'Anci e sindaco di Bari Antonio Decaro, il governatore Michele Emiliano, che è un guerriero. Le cose si mettevano in un certo senso per il Sud, non per un riscatto, che è superato, ma per un recupero".  

Sintetizza l'auspicio di tanti suoi conterranei l'europarlamentare foggiano M5S Mario Furore: "Sia solo un arrivederci".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Compro 3mila dosi del vaccino Sputnik con la mia indennità"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento