menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Rocco Augelli

Rocco Augelli

Il desiderio di Rocco Augelli, ripagare il bene di chi gli aveva dato la speranza: i soldi raccolti andranno in beneficenza

Il ricavato della raccolta fondi servirà a pagare le spese sostenute da Rocco Augelli, mentre il resto verrà donato in beneficenza, come avrebbe voluto il calciatore scomparso il 19 settembre

"Il nostro Rocchino é volato in cielo il 19 settembre". Comincia così l'aggiornamento di Carmela Gorgoglione sulla piattaforma della raccolta fondi 'Go fund me', in cui spiega che una parte dei soldi sono stati impiegati per sostenere l'intervento e le terapie fatte in questo periodo, compresi viaggi, pernotti e vitto.

L'altra parte, arrivata da quasi 4mila donatori che dal 18 agosto avevano concesso una speranza al vice allenatore dell'Asd San Marco ed ex centravanti dell'Atletico Vieste, verrà data in beneficenza. 

E' il desiderio che aveva espresso Rocco fin da subito: "Se un giorno per un qualsiasi motivo, questi soldi non dovessero servirci più, io voglio donarli in beneficenza. Il bene che questa comunità mi ha dimostrato voglio che deve tornare indietro e questo sicuramente sarà un gesto che farà piacere."

Dunque - spiega la fidanzata del compianto bomber della città di San Pio - "una volta sbloccati questi fondi e dopo aver saldato le terapie arretrate da maggio a luglio, procederemo secondo la sua volontà. Stiamo pensando ad una serie di iniziative e man mano vi terremo aggiornati".

Carmela ha colto l'occasione per ringraziare tutti coloro che hanno contribuito, in particolar modo la comunità di San Giovanni Rotondo, Vieste, San Marco In Lamis, Ischitella, tutto il mondo sportivo, associazioni, promotori di eventi, imprenditori, aziende e ogni singolo donatore che ci ha sostenuto in questa grande sfida.

"Il motto della raccolta fondi era 'Uniti si può' e per me vale ancora più di ieri. Rocco non ha perso, Rocco ha vinto sulle sulle statistiche, sulla disperazione, sulla paura di morire. Ha vinto perché ci ha lasciato degli insegnamenti che nessuno mai potrà dimenticare e che custodiremo sempre con noi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Pio e Amedeo non l'hanno presa bene: "Non fate finta di non capire quello che abbiamo detto". Selvaggia Lucarelli: "Studiate"

Attualità

Pio e Amedeo tacciati di "superficialità" dalla comunità ebraica. Battute sull'avarizia? "Si radica razzismo che favorisce fenomeni più gravi"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento