menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Degrado e sporcizia a Foggia

Degrado e sporcizia a Foggia

"Non chiedeteci di restare". Impietosa fotografia di Foggia: "Cosa dobbiamo fare per meritarci un briciolo di civilità?"

Ma la fotografia della città resta impietosa: parchi sporchi e cassonetti colmi e maleodoranti: "Cosa dobbiamo fare per meritarci un briciolo di civiltà? E non veniteci a dire di restare, che futuro avremmo?"

"Salvati più di 1200 litri di olio esausto". Lo annunciano soddisfatti i volontari di TrashChallenge Foggia che, però, non si adagiano sugli allori.

Al contrario, fanno il punto della situazione cittadina in materia di rifiuti e degrado. E il quadro che ne viene fuori è tutt'altro che positivo. "Parco San Felice è tornato regolarmente ad essere sporco e 'abitato' da motorini che sfrecciano tra i passanti, i cassonetti sono sempre ricettacolo di sporcizia maleodorante. Il centro smaltimento rifiuti ingombranti sarà stato aperto?", si chiedono.

Intanto, "i cassonetti che ostacolano i marciapiedi non sono stati mai rimossi, dopo mesi e mesi di segnalazioni". "Cosa dobbiamo fare per meritarci un briciolo di civiltà? Cosa dobbiamo fare per avere la raccolta differenziata porta a porta?", si chiedono. "E non veniteci a dire di restare, che futuro avremmo?"
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento