menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio dal circuito Citynews

Foto di repertorio dal circuito Citynews

Dal 7 gennaio riaprono le scuole ma in Capitanata c'è un problema trasporti. Gatta: "Stiamo lavorando alacremente"

Il presidente della Provincia di Foggia rassicura: "Stiamo lavorando tutti alacremente con l’obiettivo di supportare i servizi del trasporto pubblico locale con la programmazione e gli orari delle scuole"

Mentre l'Italia si ferma da Natale all'Epifania, anche in Capitanata tiene banco il tema sulla riapertura delle scuole. Il Prefetto di Foggia, l'11 dicembre scorso, ha tenuto un tavolo di coordinamento con Ataf, sindaci, assessori delegati, provincia di Foggia e rappresentanti del mondo della scuole e aziende di trasporto per coordinare l'organizzazione del sistema di trasporto legato alla ripresa dell'attività didattica in presenza prevista a partire dal 7 gennaio.

“Stiamo lavorando tutti alacremente con l’obiettivo di supportare i servizi del trasporto pubblico locale con la programmazione e gli orari delle scuole. L’emergenza pandemia ha evidenziato, in tutta la loro criticità, le problematiche inerenti il tpl che non può che essere in difficoltà. Da tempo siamo in contatto con tutti gli attori istituzionali, soprattutto con la Regione Puglia che deve implementare e integrare le risorse finanziarie per potenziare e incrementare i servizi" ha sottolineato il presidente della Provincia di Foggia.

"Siamo chiamati ad assicurare, più in generale, il diritto alla mobilità di tutti i cittadini della Capitanata. Per sostenere un compiuto sviluppo sociale solido e permanente, occorre un sistema di mobilità integrata e funzionale per l’accessibilità del territorio. I collegamenti delle aree interne e periferiche devono essere sostenuti e potenziati. In pratica un modello di mobilità rispondente ai bisogni ed alle aspettative della collettività. A gennaio dobbiamo farci trovare pronti per la riapertura delle scuole, onde evitare che il problema dei contagi, attraverso i mezzi di trasporto pubblici utilizzati dagli studenti per andare e tornare dagli istituti scolastici,  possa acuirsi e diventare più serio di quanto già non lo sia” ha aggiunto Nicola Gatta.

Tante le ipotesi proposte, oltre al potenziamento delle corse, anche la rotazione settimanale degli studenti, gli ingressi scaglionati, il prolungamento dell’orario di apertura delle scuole. Molte le esigenze da conciliare, compreso il coordinamento degli utenti del trasporto pubblico extraurbano con gli orario del trasporto urbano.

Per il presidente di Ataf SpA La Salandra "l’azienda al momento deve far fronte ad una oggettiva difficoltà in termini di mezzi e di autisti. Con il limite del 50%, concordiamo con il ricorso a bus turistici che possano contribuire ad implementare le corse e con l’ipotesi di differenziare gli ingressi".

Soltanto nella seconda metà di gennaio l'Ataf sarà in grado di soddisfare le esigenze legate al servizio scolastico grazie all'arrivo di nuovi mezzi, ma resta l'aspetto della sostenibilità economica per il quale Lasalandra ha chiesto risorse al Governo. 

Scettico sulla riapertura delle scuole già a partire dal 7 gennaio in alcune regioni Roberto Battiston. In Puglia, secondo il fisico, se l'indice di contagiosità Rt non scenderà allo 0,5%, sarà "come aprire una finestra quando impazza l'uragano".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Foggia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento