Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Foggia, 10mila tulipani 'sospesi' per portare gioia e colore negli ospedali: "Doniamo bellezza per la Pasqua"

Scatta il crowd funding per donare 10mila tulipani a 100 ospedali italiani. L'idea dell'agricoltore Giuseppe Savino: "Moltiplichiamo il bene. C'è chi può tornare a sorridere anche solo con un fiore!"

 

Tulipani 'sospesi' per portare gioia e colore negli ospedali. E' l'idea del giovane agricoltore foggiano Giuseppe Savino, promotore del primo grande campo di tulipani in Puglia. Dei 50mila bulbi piantati e ormai in fioritura, circa 10mila saranno destinati agli ospedali, dove più di ogni altro luogo si combatte la battaglia contro il Covid.

"Io un campo di tulipani adesso lo vedo, ma non vedo tutti quanti voi in questo campo. I vostri sorrisi, il vostro stupore, la vostra emozione", spiega Savino.  "Mentre stiamo cercando di capire se e quando apriremo, circa 10.000 tulipani sui 50.000 piantati (che non sanno che c’è il Covid) potrebbero non arrivare ad una eventuale fine della zona rossa (dopo Pasqua)". 

A Foggia il primo campo di tulipani in Puglia: saranno 50mila. Si colora il sogno di Giuseppe: "E' l'agricoltura delle bellezza" 

"Abbiamo due soluzioni, o li perdiamo e imprechiamo o moltiplichiamo il bene. Sono notti che non dormo pensando a questa cosa, e finalmente ci è venuta un’idea a cui abbiamo lavorato con una parte del team Vazapp e con tante persone che ci stanno aiutando. Ecco l’idea: Doniamo 10.000 tulipani a 100 ospedali Italiani, alle Rsa, alle persone sole, agli anziani, a chi può tornare a sorridere anche con un fiore". Scatta quindi il crowdfunding 'Tulipani sospesi' (donazioni a partire da 5 euro) | IL VIDEO

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento