Attualità

Zona gialla in Puglia ipotesi "elevata". Verso il ritorno dell'autosegnalazione: "Magari con la prenotazione del tampone"

Nuovo Dpcm Giuseppe Conte in diretta da Palazzo Chigi alle 20.15. La Regione Puglia verso la zona gialla. Lopalco anticipa il ritorno dell'autosegnalazione ma teme un liberi tutti: "Il virus non sparirà"

Al momento c'è poca chiarezza sulle nuove linee guida del Governo rispetto all'emergenza sanitaria. La Regione Puglia è tra quelle più incerte dal punto di vista della trasformazione della colorazione. Al momento è arancione, ma in queste ore il Governo, il Cts e il ministro della Salute, potrebbero sbiadirne il colore. O forse è stato già deciso, dal momento che Giuseppe Conte ha ufficilizzato la diretta da Palazzo Chigi a partire da stasera alle 20.15. La 'zona gialla' è più di una ipotesi.

Dpcm, divieto spostamenti dal 21 dicembre al 6 gennaio

Chi attende la decisione del ministero non sono soltanto i pugliesi ma anche la Regione, dal presidente Michele Emiliano all'assessore alla Salute, Pierluigi Lopalco. Quest'ultimo, intervenuto a Radio 1 a 'Un giorno da pecora', ha sottolineato il rischio di un "brutto fraintendimento comunicativo", perché "dire che una regione è gialla significa dire che il pericolo non c'è e che è passato".

L'epidemiologo teme il liberi tutti e precisa che "se ci fermiamo al freddo ragionamento dell'algoritmo, la possibilità di essere classificati gialli è elevata".

Secondo Lopalco la Puglia è in una situazione di passaggio, "molto intermedia con molti indicatori che migliorano, primo fra tutti l'Rt che è sotto l'1. Siamo in situazione di compressione della curva epidemica". 

In vista del Natale l'epidemiologo teme il rientro incontrollato di decine di migliaia di persone, "troppo velocemente e concentrato in pochi giorni potrebbe rappresentare un pericolo". Al contrario, aggiunge, "se i rientri saranno cadenzati saranno gestibili"

Per questo motivo quasi sicuramente verrà ripristinato di nuovo il sistema dell'autosegnalazione, che ha funzionato durante la prima ondata, quando rientrarono ben 30mila pugliesi: "Magari chi si auto segnala potrebbe prenotare contemporaneamente il tampone rapido da fare in uno dei tanti 'drive through' che ci sono in Puglia".

L'epidemiologo consiglia ugualmente di spostare i festeggiamenti in tempi migliori perchè, ha puntualizzato a 'Un giorno da pecora', "il virus comunque non sparirà anche".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zona gialla in Puglia ipotesi "elevata". Verso il ritorno dell'autosegnalazione: "Magari con la prenotazione del tampone"

FoggiaToday è in caricamento