Da Torino ad Alberona per dirsi 'sì' sui Monti Dauni: la 'promessa' di Rosaria e Ivan (che onora le radici)

Il sindaco De Matthaeis: "Uno spiraglio di luce in questo periodo grigio. Una scelta che ci riempie di gioia: nonostante il forte spopolamento di borghi e piccoli comuni, il legame con le proprie radici c'è e resta forte"

I futuri sposi con il sindaco di Alberona

Da Torino (dove entrambi vivono e lavorano stabilmente) ad Alberona, per dirsi 'sì' sui Monti Dauni.

E' la 'promessa' di Rosaria e Ivan, lei alberonese trapiantata nel capoluogo piemontese per lavoro, che - onorando la tradizione - hanno scelto il paese d'origine della sposa per celebrare le nozze. Il matrimonio si terrà a fine agosto; questa mattina, dinanzi al sindaco Leondardo De Matthaeis, i futuri sposi hanno celebrato la promessa di matrimonio come primo atto ufficiale della loro unione.

Il primo dopo il lockdown: "Uno spiraglio di luce in questo periodo grigio", ha commentato a FoggiaToday il primo cittadino. "Hanno scelto Alberona per unire le loro vite. Una scelta che ci riempie di gioia ed orgoglio: nonostante il forte spopolamento di borghi e piccoli comuni, il legame con le proprie radici c'è e resta forte. Anzi, andrebbe rinsaldato e incentivato investendo sulle infrastrutture e nuove tecnologie per 'accorciare' le distanze". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • Puglia in zona gialla 'rinforzata' fino al 15 gennaio: cosa è concesso fare (e cosa no)

Torna su
FoggiaToday è in caricamento