menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il bosco di Lucera abbandonato a se stesso, al via un progetto per la sua riqualificazione

Si chiama 'Into the wood', il progetto dei volontari dell'associazione 'A Cuperte de Natale', i quali, con la collaborazione di istituzioni, associazioni e privati, puntano a reperire fondi e/o accedere a bandi finanziati per creare un percorso di riqualificazione del bosco

Salvare il bosco di Lucera: è la nuova mission di un gruppo di volontari lucerini dell’associazione ‘A Cuperte de Natale’, ideatori del progetto ‘Into the Wood’.

“Into the Wood nasce dal bosco stesso. È una richiesta d’aiuto che lui ogni giorno affida al vento con la speranza che noi, tra i rumori confusi, riusciamo a percepirlo”, racconta Luigi Conte, presidente de ‘A Cuperte de Natale’, associazione nata nel 2019, ma attiva da diversi anni nell’allestimento del Natale lucerino. “Abbiamo sempre avuto idee fantasiose. Il nostro è un gruppo di sognatori”.

Sognatori travolti da una realtà diversa, ma alla quale non si rassegnano: “Le idee vanno avanti, quindi come per la realtà già collaudata della casa di Babbo Natale, con ambientazioni che riportavano a contesti boschivi, abbiamo pensato di replicare quella esperienza, realizzando, in estate, una manifestazione nel bosco, quindi esaltando tematiche ecologiche e mettendo – contestualmente – in risalto gli atti di crudeltà perpetrati dall’uomo nei confronti della natura”.

L’idea di creare degli eventi all’interno del bosco si è però scontrata con l’amara realtà: “È sofferente, privo di vegetazione, abbandonato a se stesso”. 

Da qui nasce il progetto ‘Save the Wood’, con il quale i volontari lucerini, con la collaborazione di istituzioni, associazioni e privati, puntano a reperire fondi e/o accedere a bandi finanziati per creare un percorso di riqualificazione del bosco. Un progetto che mira alla realizzazione di un percorso faunistico con sentieri interni, pista di ciclocross, una area picnic, una piana per eventi e accampamenti, altalena nel vuoto e anche una panchina gigante sul belvedere, sulla falsariga di quella già realizzata a Biccari. “Tutto questo può essere realizzato solo se la vita faunistica nel bosco sarà ripristinata”, spiega Conte.

“Ci siamo ripromessi di contribuire anche noi stessi alla raccolta fondi – ha aggiunto il presidente de ‘A Cuperte de Natale’ – attraverso l’organizzazione di alcuni eventi. In estate presenteremo una manifestazione dal titolo ‘I guardiani del bosco’, dove fantasia e realtà si incontrano, e i personaggi racconteranno in un teatro naturale, una storia che avrà come tema il rispetto della natura”.

Ma c’è di più, come l’iniziativa ‘Mille cartoline per il bosco di Lucera’: “Realizzeremo 1000 cartoline postali con immagini inedite della nostra città, scattate da Francesca Conte con il drone, che mostreranno le bellezze di Lucera sotto nuove prospettive. Lo scopo è di invitare la gente a spedire una cartolina, piuttosto che un messaggio whatsapp, o semplicemente a conservarle come ricordo. Il ricavato sarà destinato alla riqualificazione del bosco”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il "Fiasco" della campagna vaccinale, il caso Puglia nell'analisi del Financial Times: "Il 98% degli ultrasettantenni ancora senza dose"

Alimentazione

Proprietà e benefici delle fave

Attualità

O la si salva o la si uccide

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento