Apricena festeggia Elisa Matera, la prima 'vigilessa' di Puglia va in pensione: "Mi manca già la divisa"

Il sindaco Antonio Potenza: “Una stacanovista del lavoro, instancabile, sempre disponibile e al servizio dei più deboli. Amava il lavoro più di sé stessa. Un onore averla avuta al proprio servizio per quasi 40 anni"

Elisa Matera e Antonio Potenza

La “vigilessa” Elisa Matera, come veniva chiamata da decenni ad Apricena, va in pensione.  Con una lettera di saluti scritta al sindaco, Antonio Potenza, l’ispettrice della Polizia Locale di Apricena ha voluto salutare amministratori, colleghi e cittadini.

“Salutiamo affettuosamente la vigilessa Elisa Matera e gli facciamo tanti auguri per il suo pensionamento”, spiega il sindaco Antonio Potenza. “Una stacanovista del lavoro, instancabile, sempre disponibile e al servizio dei più deboli. Una donna in divisa, la prima ad averla indossata nella storia di Apricena e dell’intera Regione Puglia, che amava il lavoro più di sè stessa".

"Un onore per l’Amministrazione Comunale di Apricena averla avuta al proprio servizio per quasi 40 anni. Resta una donna di grandi doti umani e morali, con un carattere forte e che sicuramente mancherà alla nostra comunità. Auguri di cuore da tutta l’Amministrazione Comunale e che possa godersi la pensione con i suoi cari e realizzare i propri desideri”, conclude il sindaco. 

Nella sua lettera di saluti, Matera ripercorre la sua carriera: "Ho prestato servizio come 'vigilessa' per 38 anni nella mia adorata città, dove tutti mi conoscono", scrive. "Mi manca già lavorare. Mi manca molto la divisa, non per ostentazione, ma perché era il segno di riconoscimento che mi faceva sentire utile alla gente, al servizio degli apricenesi. Spero di aver lasciato un buon segno nel mio operato, nonostante gli errori, che sicuramente avrò commesso, sicura però di avere la coscienza a posto per aver fatto con tutte le mie forze il mio dovere".

"Continuerò, da pensionata e da volontaria a portare avanti le mie passioni, l’attività parrocchiale in Chiesa al fianco degli ultimi, da sempre la mia vita, e la politica, la mia passione con la quale ho servito, da militante e dirigente, per decenni quello che una volta era il partito comunista, che ha governato per molti anni la nostra città, nei cui valori continuo a credere ma che purtroppo oggi non esiste più, sia nei valori che nelle persone", conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento