rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021

Presidi di legalità sostenibile nell'ottica dell'agenda 2030: un percorso di alta formazione a 25 avvocati foggiani

È un percorso di apprendimento e riqualificazione professionale, ma anche di forte motivazione all’impegno civico concreto, per un gruppo di avvocati selezionato fra gli iscritti a Cassa Nazionale Forense e all’Ordine degli Avvocati di Foggia, suddiviso in due stadi diversi, ma consequenziali

La Camera Civile di Foggia, con il patrocinio dell’Ordine degli Avvocati di Foggia, in partenariato con la Scuola Afa aps di Bari e l’Università di Foggia, ha deciso di offrire un percorso di alta formazione intensiva a 25 avvocati di tutta la Provincia di Foggia e la creazione presso altrettanti studi legali dei “Presìdi di legalità sostenibile” punti di riferimento locale, di informazione e divulgazione proattiva su Sviluppo Sostenibile, Agenda 2030, agenda nazionale e regionale (la Puglia, come tutte le regioni, si è attivata in tal senso, giusta il disposto del TUA D.Lgs. 152/2006,art. 34) al fine di irradiare contenuti informativi, servizi formativi, proposte operative e strumenti pratici a tutta la clientela (aziende, enti profit e non profit, pubbliche amministrazioni, associazioni di categoria, privati cittadini) in sinergia con le amministrazioni locali; di supportarle nella ideazione e implementazione di agende locali di Sviluppo Sostenibile; di promuovere la creazione di un sistema capillare per diffondere la cultura dello Sviluppo Sostenibile e attivare in via permanente iniziative a sostegno dell’applicazione pratica della Agenda 2030 e della sua traduzione italiana a livello di comunità locali (comuni, quartieri delle maggiori città e frazioni in provincia) nel Circondario del Tribunale di Foggia.

È un percorso di apprendimento e riqualificazione professionale, ma anche di forte motivazione all’impegno civico concreto, per un gruppo di avvocati selezionato fra gli iscritti a Cassa Nazionale Forense e all’Ordine degli Avvocati di Foggia, suddiviso in due stadi diversi, ma consequenziali: 1) acquisire competenze specifiche in materia di Sviluppo Sostenibile e Sostenibilità; 2) metterle in pratica con azioni divulgative degli SDGs e di promozione delle Agende 2030 multiscala presso centri e comunità dell’intero territorio provinciale, da individuarsi attentamente durante il percorso, specie tra le più vulnerabili sotto i profili sociali, economici e ambientali, anche mediante la creazione e il coordinamento da parte della Camera Civile dei “Presidi di legalità sostenibile”.

Tali comunità pilota verranno coinvolte in modo attivo nell’elaborazione del percorso formativo di giuristi da porre al servizio delle realtà territoriali locali, con cui poter procedere in un proficuo rapporto di interscambio esperienziale e di competenze attraverso l’elaborazione creativa di modalità per la raccolta dati e sessioni di lavoro sul campo: attraverso iniziative pubbliche d’ascolto e confronto attivo con stakeholders del contesto, utili alla realizzazione di un modello di Presidio di Legalità Sostenibile, di sicuro impatto positivo su di un territorio “flagellato” dall’alto tasso di criminalità e necessitante di un accrescimento della cultura civica di tutta la cittadinanza con ricadute in termini di sviluppo socio-economico.

Ai microfoni di Foggiatoday gli avvocati Corrado Aquilino e Marco Scillitani.

Video popolari

Presidi di legalità sostenibile nell'ottica dell'agenda 2030: un percorso di alta formazione a 25 avvocati foggiani

FoggiaToday è in caricamento