rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Attualità

'Menzione speciale' a Parcocittà: il Franco Cuomo International Award premia "uno dei fiori all'occhiello della cultura del territorio"

La cerimonia di premiazione si terrà venerdì 10 dicembre alle ore 15.30 nella Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani a Roma: "Parcocittà è diventato un luogo in cui offrire spazio ai giovani, attraverso eventi e concerti pensati per valorizzare la cultura nelle sue forme più innovative, attraverso mostre, spettacoli teatrali, ma anche un presidio di legalità, una risposta forte al degrado sociale e culturale che non è un destino inevitabile in certi contesti"

La presidenza del Franco Cuomo International Award insieme all’associazione Per Il Meglio della Puglia ha voluto attribuire in questa edizione 2021 una menzione speciale a Parcocittà, diventato uno dei fiori all’occhiello della cultura del territorio intesa come partecipazione, inclusione e innovazione sociale. Nato e promosso nel 2016, Parcocittà è diventato un luogo in cui offrire spazio ai giovani, attraverso eventi e concerti pensati per valorizzare la cultura nelle sue forme più innovative, attraverso mostre, spettacoli teatrali, ma anche un presidio di legalità, una risposta forte al degrado sociale e culturale che non è un destino inevitabile in certi contesti. Un’esperienza, che è stata annoverata tra quelle più virtuose dell’intero Mezzogiorno.

Vincitori delle altre sezioni del Franco Cuomo International Award, la cui mission è quella di valorizzare i diversi settori della cultura, dell’arte e della creatività in tutte le loro più alte declinazioni, sono quest’anno la scrittrice Edith Bruck, il grande manager del cinema italiano Giampaolo Letta, il pittore inglese Jonathan Hynd, l’artista libica Suad Ellaba, il regista e attore Geppy Gleijeses, l’attore Fabrizio Gifuni, lo storico Umberto Gentiloni, I riconoscimenti speciali, tradizionalmente attribuiti dai presidenti del Premio, Velia Iacovino e Alberto Cuomo, insieme all’associazione Per il Meglio della Puglia, rappresentata da Piero Gambale, a istituzioni, progetti, giovani talenti, che esprimono le eccellenze del territorio italiano, in particolare del Mezzogiorno, andranno in questa edizione a Simonetta Dellomonaco, presidente di Apulia Film Commission, al violinista Luca Ciarla e alla Fondazione BEIC - Biblioteca Europea di Informazione e Cultura. A don Pietro Sigurani, il religioso, ex rettore della Basilica di Sant’Eustachio a Roma, divenuto emblema della solidarietà durante questi difficili anni segnati dal Covid, andrà il Premio internazionale, attribuito dalla Presidenza del Franco Cuomo International Award insieme con l’Ecpd, l’European Center for Peace and Development, l’Università della Pace delle Nazioni Unite. 

La cerimonia di premiazione si terrà venerdì 10 dicembre alle ore 15.30 nella Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani a Roma (Via della Dogana Vecchia, 29). Introdurrà il prof. Lorenzo Casini, Capo di Gabinetto del MIC - Ministero della Cultura.  Presenterà la manifestazione il giornalista e conduttore di Rai Tre, Giampiero Marrazzo.

La manifestazione ha ottenuto anche in questa edizione il patrocinio del Senato, del Ministero della Cultura, dell ‘ Ecpd Università della Pace, del Teatro Pubblico Pugliese e della Città di San Severo.

Scheda del Premio

Il Franco Cuomo International Award, nato nel 2014 e  presieduto da Velia Iacovino e Alberto Cuomo è il premio intitolato allo scrittore, giornalista e drammaturgo scomparso nel 2007; un riconoscimento che si propone di valorizzare nuove forme di espressione culturale, sociale e umana nel segno dell'opera di Cuomo, intellettuale sensibile e raffinato che sapeva analizzare l’agire umano e il mondo da molteplici punti di vista e che ha raccontato il suo tempo, attraverso la cronaca, la storia, i suoi romanzi e le sue pièce teatrali.

L'iniziativa intende stimolare il dibattito nazionale e internazionale intorno ai grandi temi sociali, premiando quanti, tra i protagonisti del nostro tempo, si sono distinti nella Letteratura, nel Giornalismo e nella Saggistica, nel Teatro e nell’ Arte, ma anche in altri importanti segmenti della nostra società. Main sponsor del premio è l’associazione “Per il Meglio della Puglia.

Il premio si avvale di una prestigiosa Giuria di respiro internazionale, guidata dall'ispanista e critico d’arte Otello Lottini, e di cui fanno Grazia Francescato, politica e ambientalista, Emilia Costantini, giornalista del Corriere della Sera, critica teatrale e scrittrice, Maurizio Scaparro, regista, Paolo Acanfora, docente di Storia contemporanea all’Università La Sapienza di Roma, Samir Al Qaryouti, giornalista, decano della stampa estera, opinionista di France24; Piero Gambale, funzionario parlamentare

NOTE BIOGRAFICHE

FRANCO CUOMO

“…desideravo scrivere intensamente, facevo il giornalista ma non mi bastava”

Dagli esordi teatrali con Carmelo Bene, alla saga di Gunther d'Amalfi, cavaliere templare con cui fu finalista due volte al Premio Strega, a “I Dieci”, il saggio che ha squarciato il velo di silenzio sugli scienziati italiani che elaborarono il Manifesto della razza: la storia è il sottile filo rosso che lega tutta la produzione di Franco Cuomo, giornalista e scrittore, scomparso a Roma il 23 luglio 2007, tra gli autori italiani contemporanei più interessanti, poliedrici e originali. Che si trattasse di lontano medioevo o dei nostri giorni, Cuomo amava indagare nelle pieghe e nei misteri che scandiscono il corso dell'umana vicenda. Tra i suoi testi teatrali più famosi “Caterina delle Misericordie”, “Giovanna d'Arco e Gilles de Rais”, “Nerone”, “Una Notte di Casanova”, “Addio Amore” che ricostruisce la tragedia di Beatrice Cenci, una celebre traduzione del “Cyrano” di Edmond Rostand e del “Caligola” di Camus. Tra i romanzi, l’ultimo è stato il “Tradimento del Templare”, pubblicato nel 2008 da Baldini Castaldi Dalai;  “Il romanzo di Carlo Magno” in 5 volumi (Newton Compton 1998-2000 ), “Il signore degli Specchi” (Newton Compton 1991),” "Scroll" (Solfanelli 1990), dedicato a Shakespeare, "I Semidei” (Rusconi 1995) che racconta gli anni e i protagonisti di tangentopoli, “I sotterranei del cielo” (Baldini Castaldi Dalai 2001), “Il Tatuaggio” (Baldini Castaldi Dalai 2002), “Anime Perdute” (Baldini Castaldi Dalai 2007). Tra i saggi di Cuomo, tradotti anche all'estero, grande successo hanno riscosso oltre a “I Dieci”:” L'elogio del Libertino”, “Gli ordini cavallereschi nel mito e nella storia”, ripubblicato in due volumi con il titolo” La cavalleria” e “L'altra cavalleria” dalla casa editrice Tipheret, "Le Grandi Profezie”, “Storia ed epopea della Cavalleria”, “Santa Rita degli Impossibili”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Menzione speciale' a Parcocittà: il Franco Cuomo International Award premia "uno dei fiori all'occhiello della cultura del territorio"

FoggiaToday è in caricamento