Sabato, 31 Luglio 2021
Attualità

"Illuminiamo Masseria Pantano con la cultura". Ottavia propone di destinarla all'Università. "Questo è un capitale"

Sit-in di una delegazione del gruppo informale nato in modo spontaneo circa un anno fa. Da mesi ha acceso i riflettori sul sito archeologico, lanciando anche una raccolta firme per la riqualificazione e nuove indagini

"Questo è un capitale". È la scritta sullo striscione che i ragazzi di Ottavia Foggia hanno portato davanti a Masseria Pantano, sito di cui si erano occupati già a giugno, lanciando anche una petizione per la riqualificazione e nuove indagini archeologiche. Avrebbero voluto organizzare una massiccia mobilitazione chiamando alla partecipazione soprattutto i giovani della città, ma hanno rinunciato a causa della pandemia e delle restrizioni anti-Covid, e hanno optato per un sit-in di una ristretta delegazione nel rispetto delle norme.

Ottavia Foggia è un gruppo informale nato in modo spontaneo circa un anno fa. I fondatori sono tre - Mario Cagiano, Alice Amatore e Vittorio Urbano - e i membri sono una trentina. Il nome deriva da una delle città invisibili di Italia Calvino. Hanno scelto la città-ragnatela per indicare la trama e la rete dei cittadini che vogliono fare qualcosa per la comunità e risvegliare il capitale sociale dormiente. Vogliono coinvolgere soprattutto i tanti cittadini che hanno un grande potenziale ma molto spesso sono disinteressati. La loro attenzione si è concentrata anche sulle politiche sociali della città.

L'iniziativa di Masseria Pantano si inserisce nella più ampia campagna di sensibilizzazione "Foggia Capitale, per capire chi siamo", che vuole mettere in luce la grande opportunità rappresentata dalla riqualificazione culturale che può rappresentare un motore trainante per il tessuto economico sociale. Sono tornati a Masseria Pantano anche alla luce delle dichiarazioni del Rettore dell’Università di Foggia Pierpaolo Limone che in un'intervista ad un quotidiano locale ha evidenziato la crescita esponenziale dell’Ateneo e la necessità di nuovi spazi. "Quando una realtà viva e dinamica come l’Università chiede nuovi ambienti, la politica e le amministrazioni tutte devono rispondere - dicono i ragazzi del gruppo informale, in gran parte studenti dell'Università di Foggia - Accogliamo con gran favore, ad esempio, la proposta del Comune di Foggia circa la concessione di Palazzo Trifiletti e l’ex Cinema Garibaldi, strutture centrali e vicine al Polo Umanistico, ma suggeriamo di guardare con un certo interesse anche Masseria Pantano: sarebbe straordinario illuminare un quartiere periferico con la luce della cultura. Inoltre, una riqualificazione della Masseria in tal senso porrebbe fine alla cementificazione selvaggia che ha interessato quella zona. Lo avevamo promesso, continuiamo a ribadirlo - conclude il gruppo Ottavia Foggia - non lasceremo morire un capitale di questo genere”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Illuminiamo Masseria Pantano con la cultura". Ottavia propone di destinarla all'Università. "Questo è un capitale"

FoggiaToday è in caricamento