rotate-mobile
Attualità

Orchestra stabile a Foggia "è svolta culturale": chi esce dal Conservatorio avrà uno sbocco professionale

È enormemente soddisfatto Gianni Cuciniello, responsabile dell’associazione musicale 'Suoni del Sud', dell’identificazione dell’orchestra foggiana tra le migliori promosse dal fondo unico dello spettacolo da parte del Ministero della Cultura

ll riconoscimento di Ico, vale a dire di Istituzione concertistica orchestrale, è un traguardo importante per l’orchestra ‘Suoni del Sud’ ma anche per Foggia, poiché avere in città un’orchestra stabile rappresenta sia una svolta culturale che una grande opportunità per il territorio in termini di occupazione, con uno sbocco professionale reale per i musicisti che escono dal Conservatorio ‘Umberto Giordano’. Inoltre, la comunità potrà giovarsi di una programmazione organica e distribuita su più contenitori culturali. E a questo proposito, agli inizi del prossimo mese di settembre sarà reso noto il calendario con le stagioni che stiamo rimodellando rispetto alla fase progettuale. Sarà un cartellone variegato, in cui saranno presenti vari generi, tenendo presente sia gli appassionati che le famiglie, con la massima apertura verso le scuole”.

È enormemente soddisfatto Gianni Cuciniello, responsabile dell’associazione musicale 'Suoni del Sud', dell’identificazione dell’orchestra foggiana tra le migliori promosse dal fondo unico dello spettacolo da parte del Ministero della Cultura. “Un traguardo importante che ci premia vent’anni di impegno e di investimenti profusi sul territorio ma anche a livello nazionale grazie a un intenso lavoro da parte del sodalizio, presieduto da Libera Granatiero, e la realizzazione di produzioni sempre di alto profilo artistico. Per questo condividiamo con la città questo grandioso risultato e, principalmente con coloro che hanno reso possibile il suo raggiungimento, a cominciare dai commissari del Comune di Foggia, che hanno creduto in questo progetto insieme ai dirigenti comunali, ed in particolare Carlo Dicesare, che hanno esaminato con attenzione la nostra proposta basata su ampia esperienza, con eventi in tutta Italia e all’estero, e sulla storicità della nostra produzione, che contempla anche l’organizzazione del concorso nazionale musicale ‘Umberto Giordano’, giunto alla 14esima edizione. L'associazione Suoni del Sud è infatti attiva ed opera da molto tempo nella città di Foggia per la diffusione della cultura musicale, con un curriculum che si è arricchito negli ultimi anni anche grazie al Comune di Foggia, ed in particolare all’assessorato alla Cultura. Corre l’obbligo di ringraziare anche il direttore del Conservatorio di Foggia, Francesco Montaruli, e colui che ha materialmente redatto il progetto, il maestro Francesco Monopoli”.

La nuova Ico va ora incontro a un consolidamento della sua struttura attraverso la nomina del direttore artistico, Ettore Pellegrino, già direttore artistico dell’Orchestra sinfonica abruzzese, del direttore stabile, il maestro Benedetto Montebello, nonché le audizioni degli orchestrali che si terranno a settembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orchestra stabile a Foggia "è svolta culturale": chi esce dal Conservatorio avrà uno sbocco professionale

FoggiaToday è in caricamento